Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Criptovaluta: l’ex presidente di FTX Sam Fred Bankman è stato arrestato alle Bahamas

E “SBF” è sui media ormai da un mese, nonostante la minaccia di una causa per frode dopo la sbalorditiva implosione interna dell’azienda, valutata 32 miliardi di dollari all’inizio dell’anno.

Il procuratore generale delle Bahamas, Ryan Bender, ha dichiarato in un comunicato stampa diffuso su Twitter che gli Stati Uniti hanno “presentato una denuncia” contro il trentenne e “probabilmente cercheranno la sua estradizione”.

Philip Davis, primo ministro del regno, un arcipelago nel nord-est di Cuba, ha affermato che entrambi i paesi “hanno interesse a ritenere responsabili individui legati a FTX che potrebbero aver tradito la fiducia pubblica e infranto la legge”.

Nella dichiarazione, ha aggiunto che le Bahamas condurranno la propria “indagine penale sul crollo di FTX”.

Sam Bankman-Fried avrebbe dovuto parlare davanti a un comitato della Camera martedì, così come John Ray, il nuovo presidente di FTX.

John Ray ha detto lunedì, in un documento rilasciato il giorno prima dell’udienza del Congresso, che gli ex dirigenti della piattaforma in bancarotta avevano mostrato “fallimento totale” a tutti i livelli di supervisione, spendendo senza contare i soldi dei loro clienti.

A prima vista, “il crollo del Gruppo FTX sembra essere stato il risultato di un’assoluta concentrazione del controllo nelle mani di un gruppo molto ristretto di individui inesperti e inesperti che non hanno applicato nessuno dei sistemi o dei controlli richiesti per un’azienda che ha affidato denaro o beni altrui”.

Essendo uno dei principali scambi di criptovalute al mondo, FTX non è stato improvvisamente in grado di restituire i fondi che aveva depositato lì ai suoi clienti all’inizio di novembre. Il gruppo ha dichiarato bancarotta l’11 novembre.

READ  il prezzo del diesel recule légèrement, celui de l'essence resta stabile