Aprile 14, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Credito ipotecario: l’aumento dei tassi di interesse calma i mutuatari candidati

Credito ipotecario: l’aumento dei tassi di interesse calma i mutuatari candidati

Con l’aumento dei tassi di interesse, la domanda di mutui ipotecari è diminuita drasticamente nel primo trimestre, sia per l’acquisto di abitazioni che per la costruzione o la ristrutturazione. E il calo, già avvertito nella seconda metà dello scorso anno, dovrebbe continuare.
Articolo riservato agli abbonati

Giornalista presso il Dipartimento di Economia

Tempo di lettura: 3 minuti

ILIl forte aumento dei tassi di interesse ha peggiorato la situazione dei richiedenti mutui. La tendenza è stata evidente nella seconda metà dello scorso anno. È stato evidenziato all’inizio di quest’anno.

Così, secondo i dati raccolti dall’Unione Professionale di Credito (UPC), la domanda di mutui – 68.000 domande per un importo complessivo di poco superiore ai 12 miliardi di euro, escludendo il rifinanziamento di un mutuo in essere (con altro intermediario) – appare in primo trimestre, in calo di oltre due terzi rispetto al corrispondente trimestre del 2022.

I prezzi sono raddoppiati

Va detto che l’aumento della “rendita del denaro” è stato mostruoso. Pertanto, rispetto al loro livello all’inizio del 2022, i tassi di interesse sono praticamente raddoppiati.


Questo articolo è riservato agli abbonati

Con questa offerta, goditi quanto segue:
  • Accesso illimitato a tutti gli articoli, file e rapporti della redazione
  • Il giornale in versione digitale
  • Lettura confortevole con annunci limitati

READ  Matexi e BNP Paribas Fortis avviano un processo di acquisto in locazione per la nuova costruzione