Dicembre 4, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

COVID-19: Informazioni sull’effetto mitigante di una buona dieta

La “mitigazione dell’infezione basata sul cibo” è un nuovo metodo, che dovrà essere ulteriormente esplorato da nuove ricerche, ma sembra già promettente, in combinazione con la vaccinazione, contro il COVID-19.

Mentre le malattie legate all’alimentazione, tra cui diabete e obesità, sono ora ben documentate come associate alla gravità della malattia COVID-19, al contrario, gli scienziati stanno ancora cercando di capire perché anche senza queste comorbidità, alcune persone svilupperanno sintomi lievi e altre Sintomi più gravi. Si pone quindi la questione dell’importanza dei vari fattori legati allo stile di vita, e con essa il cibo, che già sappiamo essere un fattore immunitario.

Lo studio non mette in discussione la vaccinazione e non sostituisce alcun tipo di dieta.

I ricercatori messicani ricordano che la vaccinazione contro il COVID-19 è ancora essenziale. I vaccini hanno dimostrato di essere sicuri ed efficaci e dovrebbero sempre essere “promossi” come prima linea di difesa. Tuttavia, il potenziale effetto protettivo di una dieta appropriata e come agente mitigante non dovrebbe essere ignorato e l’effetto della dieta dovrebbe essere attentamente esplorato.

Questo è l’obiettivo di questo team, che sta esplorando la relazione tra la gravità dei sintomi di COVID-19 e l’assunzione di cibo di 236 pazienti adulti che vengono seguiti in un ambiente ambulatoriale, tutti con sospetto COVID-19 e 103 di li avevano già. Risultato positivo all’infezione da SARS-CoV2. I partecipanti hanno riportato la loro dieta tramite un questionario sulla frequenza alimentare durante i tre mesi precedenti lo studio. L’analisi rivela che:

  • I partecipanti positivi che aderiscono a una dieta ricca di legumi, cereali, pane e cereali mostrano una riduzione della gravità complessiva dei sintomi.
READ  prodotti naturali per la salute | Designazioni più chiare dettate da Health Canada

Anche il cibo è importante Come con qualsiasi altra malattia.

Non sorprende quindi che il consumo regolare di determinati gruppi di alimenti sia vantaggioso per questi pazienti”., commenta l’autore principale, il professor Elihud Salazar-Robles.

Lo studio apre polemiche, soprattutto perché il suo campione è relativamente piccolo. Ma le raccomandazioni dietetiche possono anche consentire, in combinazione con la vaccinazione e le misure di barriera, di frenare l’epidemia.