Attualità Campania EVIDENZA

Coronavirus in Brasile, il racconto di chi aspetta di ritornare in Italia

brasile_ corona virus preparazione pasti

Coronavirus in Brasile. Abbiamo lasciato qualche settimana fa il nostro amico Luca ad attendere il ritorno in Italia in piena pandemia, mentre in Brasile la situazione sembrava sotto controllo

Allora Luca come prosegue la vita in Brasile con il coronavirus?
C’è il lockdown dall’otto maggio prorogato in questa settimana. Attualmente lo stato del Ceara, dove mi trovo, purtroppo è secondo solo allo stato di São Paolo come numero di contagiati, ha superato anche Rio de Janeiro. Ci sono circa 20.000 i contagiati e più o meno 1100 morti.

Com’è la situazione nel paese?
In queste ultime settimane c’è stato un fortissimo aumento dei casi, se dovessero aumentare nelle zone dove ci sono le favelas potrebbe esserci davvero una strage. La gente in strada è pochissima, soprattutto per paura della criminalità, nonostante ci siano più auto e moto della polizia in giro per monitorare il territorio, è molto più semplice commettere una rapina a mano armata.

Come hai organizzato le tue giornate in quarantena?
Qualche giorno fa c’è stato un evento che ha coinvolto i migliori chef italiani, francesi e brasiliani nella preparazione di pasti caldi per le persone in difficoltà. Abbiamo preparato 600 q di spaghetti alla bolognese, tutti prodotti italiani, eccezione fatta per la carne. E’ stato distribuito un kit contenente: mascherina, guanti, gel disinfettante, acqua e cioccolata, consegnati alle persone che vivono in strada.

E’ stata una bella esperienza?
Ho partecipato a questo evento insieme ad un mio amico chef molto apprezzato qui in Brasile. E’ importante aiutare ora chi ha bisogno.

Quando tornerai?
Non conosco ancora la data di ritorno in Italia, ho contattato pochi giorni fa la compagnia aerea con la quale ho il biglietto per rientrare in Italia, ormai scaduto da fine marzo, per chiedere la prima data utile e mi è stato detto che il primo volo certo ci sarà giorno 1° luglio; ma non hanno escluso la possibilità di qualche volo anche nel mese di giugno. Li contatterò nei prossimi giorni.

E il consolato Italiano?
E’ stato organizzato qualche volo nei mesi scorsi, con il costo del biglietto 5/6 volte superiore rispetto al normale.

Cosa ti manca dell’Italia?
Spero di rientrare presto , mangiare una mozzarella e dopo la quarantena (giusta) riabbracciare il mio nipotino.

Leggi il primo racconto di Luca dal Brasile durante l’emergenza coronavirus.

N.B. Il racconto di Luca è di qualche giorno fa. Ad oggi, 22 maggio i dati in Brasile – Nuovo record di decessi per Covid-19 in Brasile nelle ultime 24 ore con 1.188 morti, secondo dati del ministero della Salute. Il bilancio delle vittime sale a 20.047. I nuovi contagi sono stati 18.508, per un totale di 310.087. Il bilancio ufficiale delle vittime è raddoppiato in 12 giorni: il 9 maggio, i morti nel Paese sudamericano erano 10 mila.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi