Agro Nocerino Campania Cronaca EVIDENZA

Coronavirus a Roccapiemonte: il sindaco chiede l’Esercito

Coronavirus a Roccapiemonte

Coronavirus a Roccapiemonte, per intensificare i controlli il sindaco ha chiesto l’aiuto dell’Esercito.

Una lettera al Prefetto con la richiesta di inviare i militari dell’Esercito per intensificare i controlli, nell’ambito dell’emergenza Coronavirus a Roccapiemonte.

Il sindaco Carmine Pagano ha scritto questa mattina al dottor Francesco Russo, sottolineando dunque l’esigenza di affiancare Polizia Locale e Carabinieri.

«Purtroppo – ha sottolineato il primo cittadino – anche nelle ultime ore ci è stato segnalato un discreto numero di persone in strada, specialmente di giovani. È quindi necessario intervenire ora, con la massima durezza, per non rendere vani i sacrifici della maggior parte della popolazione».

Secondo il sindaco Pagano, dunque, la presenza di truppe dell’Esercito in strada potrebbe fare da deterrente ai comportamenti irresponsabili. Affidarsi al senso civico delle persone, evidentemente, non ha dato i frutti sperati.

Pur non essendo al momento interessata direttamente da casi di contagio, la cittadina a confine tra Agro e Valle dell’Irno confina comunque con centri già colpiti, seppur con numeri non elevati.

Nei giorni scorsi, con una nota al vetriolo, Pagano si era scagliato contro presunti comitati non autorizzati ai servizi di Pronto Spesa e Pronto Farmaco. Alcuni appelli pubblicati su Facebook avevano mandato su tutte le furie il sindaco, costretto a sottolineare la presenza di pochi “soggetti” autorizzati a espletare quel tipo di servizi a domicilio.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi