Marzo 4, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Continuità delle riforme sulla salute mentale

Continuità delle riforme sulla salute mentale

La dottoressa Caroline Depuyt, psichiatra e capo del dipartimento della clinica Fond'Roy di Oakley, sottolinea la posizione di fine anno del ministro federale della sanità: “Non è bene, come fa effettivamente il ministro, prendere decisioni unilaterali”. È un passo coercitivo che, per i medici, è irrispettoso nei confronti dei loro investimenti. Nel 2024, le autorità devono smettere di guardare ai medici in questo modo e ascoltare la situazione più allarmante degli ospedali. »

Con la fine dell’anno anche i medici stanno attraversando un momento molto complesso: “La cancellazione dei supplementi di radiologia, il BIM… tutto questo ha un impatto sui medici. La loro libertà di compenso è un diritto. Mi rendo conto che dobbiamo proteggere i pazienti BIM e limitare i costi e le spese generali, ma ciò che è accaduto negli ultimi sei mesi è molto preoccupante. Ciò mina l’equilibrio finanziario degli ospedali e delle persone che vi lavorano, come i medici. Ricordiamo che oltre il 90% degli ospedali presenta un deficit o un margine di profitto molto basso. Ciò non promette nulla di buono. Inoltre, gli indicatori sono in parte ricavati dalle scorte. Le istituzioni si trovano ad affrontare l’aumento dei costi energetici, del costo del lavoro, dei costi alimentari, ecc. Tutto ciò significa che gli ospedali sono in grande difficoltà. Anche i medici di medicina generale e gli specialisti non ospedalieri sono interessati da queste misure coercitive. Per alcuni, questo porta a uno stato inquietante di instabilità.

Lo psichiatra insiste su un punto centrale: “Nel 2024, le autorità devono smettere di guardare i medici in questo modo e ascoltare lo stato più allarmante degli ospedali”. Quando alcuni dicono che gli ospedali di Bruxelles fanno pagare troppo, dovresti sapere che il numero di BIM a Bruxelles è molto maggiore che altrove poiché è un grande centro urbano. Se aboliamo la sovrattassa BIM, puniamo due volte i grandi centri urbani… soprattutto perché Bruxelles accoglie il 30% della popolazione che non proviene da Bruxelles. “C’è il rischio di rabbia e collasso”.

READ  Aumento dei disturbi alimentari tra i giovani fin dalla nascita

Il dottor Depoit fa riferimento alla posizione del Ministro federale della sanità di fine anno: “Non è bene prendere decisioni unilateralmente, come sta facendo il Ministro. È un passo coercitivo che, per i medici, è irrispettoso nei confronti dei loro investimenti. Inoltre, dobbiamo anche rivalutare meglio le opere intellettuali.

Anche l'Ordine dei medici (ABSyM Bruxelles – Associazione dei medici) affronta un tema importante: il rischio di carenze. Molti medici stranieri arrivano negli istituti per colmare la carenza.

Inoltre, secondo lei, è necessario trovare la risposta adeguata con i sottotesti. “Oggi, nel Belgio francofono, si richiede di raggiungere il 43% dei medici di medicina generale per far fronte alla carenza. Stiamo creando una carenza di specialisti. Ciò colpirà le specialità meno attraenti per i giovani: psichiatria, psichiatria… Non dico che il trasferimento non sia necessario, ma “va fatto senza incidere sul numero degli specialisti”.

Affinché l’ospedale e i medici possano lavorare nelle migliori condizioni, devono poter contare sugli infermieri: “Stiamo soffrendo perché non riusciamo più a soddisfare gli standard legali di cura dei pazienti”. Ritorna su un altro problema, forse meno noto: “Stiamo assistendo anche a una carenza di assistenti sociali. Ciò ha un impatto sui pazienti e sul monitoraggio delle cure, soprattutto nel settore della salute mentale. In alcuni luoghi, la metà dei posti di assistente sociale sono aperti ma vacanti.

Salute mentale: i progetti avviati devono essere organizzati

Infine, dentro Al suo livello, la dottoressa Caroline Depuyt, psichiatra e capo del dipartimento della clinica Fond'Roy di Oakley, ricorda che dopo la pandemia di Covid le autorità hanno stanziato maggiori risorse nel settore della salute mentale. Tuttavia, è tempo di avere una linea d’azione più chiara: “Dobbiamo strutturare progetti che verranno lanciati nel 2022 e nel 2023 (e anche prima): 200 milioni di dollari per l’assistenza psichiatrica di prima linea, 11 milioni di dollari per i disturbi psichiatrici nel comportamento alimentare, 35 Un milione per gli adolescenti… Sono progetti pilota molto interessanti, queste iniziative devono continuare, ora dobbiamo formalizzarle, implementarle nel tempo e confrontarle con la realtà sul campo.

READ  Sappiamo quali "mostri" sono responsabili del ruggito che pervade l'universo

Lo psichiatra ritiene essenziale un altro aspetto: l'accessibilità. “Come può un utente orientarsi tra tutte queste misure? C'è uno sforzo da fare per rendere accessibile l'assistenza sanitaria mentale, soprattutto perché si rivolge alle popolazioni che sono ad alto rischio a questo livello. Persone che soffrono di fobie, che soffrono di deliri, ecc. ., hanno difficoltà “Nel formulare una richiesta di cure adeguata. È molto positivo che vengano emessi dei budget. Va detto. Ma dobbiamo migliorare la struttura complessiva e a lungo termine.”

Sottolinea inoltre “la mancanza di sicurezza sul lavoro che queste procedure, rinnovate ogni anno, comportano”. Solo i dipendenti sanno al 31 dicembre se verranno riassunti o meno. Dobbiamo placare il più possibile il settore.

L'accesso a tutte le funzionalità è riservato agli operatori sanitari.

Se sei un operatore sanitario, devi effettuare il login o registrarti gratuitamente sul nostro sito per accedere a tutti i nostri contenuti.
Se sei un giornalista o vuoi farcelo sapere, scrivici a redaction@rmnet.be.