Febbraio 28, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Con la chiusura del Cinéphil è finita l’era dei DVD a Namur

Con la chiusura del Cinéphil è finita l’era dei DVD a Namur

I negozi specializzati di DVD nel centro di Namur appartengono ormai al passato. Dopo quattordici anni di attività, Cinéphil, ultimo negozio del genere, ha annunciato la sua chiusura. “La situazione economica globale è quella attuale e, nonostante la nostra determinazione a mantenerla, non possiamo più affrontarla“, si legge in un comunicato diffuso sui social network.

Da allora, l’intero negozio di rue des Dames Blanches è stato liquidato. Sconti fino all’80% sono offerti su inventario e mobili. Abbastanza per soddisfare gli ultimi clienti che, col tempo, hanno perso la passione per i DVD. Questo va a vantaggio delle piattaforme di streaming.

Una volta lanciate queste piattaforme, abbiamo notato che le vendite di DVD stavano crollandosi fida di Olivier Berard, direttore. Dal 2009 ad oggi le nostre perdite hanno raggiunto circa l’80%.

Oltre ai nuovi distributori di contenuti, c’è anche la concorrenza di Amazon, il colosso americano dell’e-commerce. A fronte dei prezzi online premium, è difficile per un negozio fisico competere sostenendo commissioni mensili elevate. Questo divario si è solo ampliato durante la crisi Covid.

Fine di un’era

Oggi, il tempo in cui un DVD di un blockbuster americano poteva essere venduto fino a 100 in un negozio Cinéphil sembra molto lontano. Durante questo periodo, nei quartieri di Namur abbondavano i marchi multimediali (ndr: Video Square, Free Record Shop, ExtraZone, ecc.). Di fronte al progressivo declino del settore, il negozio è comunque riuscito a reagire vendendo oggetti da collezione e connettendosi con i propri clienti. “La nostra passione era conoscere i loro prodotti e come venderli. Questo non è necessariamente il caso in una vasta area.“, spiega Olivier Berard.

READ  Microsoft Gaming: 4 cose da sapere sul videogioco americano ghoul

Recentemente, il negozio si è specializzato nella vendita di manga, fumetti e persino figurine a scapito degli scaffali precedentemente riforniti di DVD, Blu Ray e altro ancora. Una scelta strategica per riportare colore in una situazione economica in peggioramento, attraverso un pubblico giovane. Ma i nuovi clienti non bastavano a mantenere il marchio. L’errore dei margini bassi sui libri nelle biblioteche.

Attraverso questa avventura imprenditoriale, Olivier mantiene soprattutto la fedeltà e la soddisfazione dei suoi clienti. Ma oggigiorno all’uomo d’affari non è più consigliato di entrare in questo mercato nella sua forma classica: “Se deve farlo, ha bisogno di prodotti di lusso o rari, incentrati su vecchi film o serie, che possano ancora attrarre determinati clienti.