Aprile 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cody, sulla polemica su Aya Nakamura alle Olimpiadi di Parigi: “È un atto criminale quello che stanno commettendo lì!”

Cody, sulla polemica su Aya Nakamura alle Olimpiadi di Parigi: “È un atto criminale quello che stanno commettendo lì!”

Se questa informazione non viene confermata, il fatto che Aya Nakamura possa cantare – e non solo Edith Piaf – alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Parigi, sembra già non piacere a tutti. Peggio ancora, per protestare contro queste voci, un piccolo gruppo di estrema destra ha pubblicato una foto di questo cartello che fa riferimento al traduttore di Djadja:Impossibile, Aya, questa è Parigi, non il mercato di Bamako.. Il giorno successivo, in un incontro con il dibattitore Eric Zemmour, Sfeir ha nominato l'artista 28enne dopo averlo menzionato. Il capo della lista del movimento, Marion Marechal, ha detto martedì che il ricatto di Aya Nakamura era “scelta politica e rivendicata come tale, Fa pubblicità su BFMTV. Qual è la scelta politica? Vogliamo rappresentare la Francia multiculturale, vogliamo rappresentare la Francia che non parla francese“.

un risultato ? La cantante francese più ascoltata nel mondo ha interagito sui social. “Puoi essere razzista, ma non stonato… è questo che fa male! Sei diventato il principale argomento di dibattito dello stato, ma cosa ti devo veramente? la maledizione!” O: “Grazie per il supporto, soprattutto alla mia comunità. Ho l'impressione di averti presentato Edith Piaf e che lei si sia incarnata in me. Il resto, che gli piacciamo o no, ci copre le spalle“.

Se molte personalità del mondo della politica (come Amelie O'Dea Castera, ministro dello Sport, dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Francia) e dell'arte (Dadjo, Gujdin, ecc.) hanno dato il loro sostegno alla cantante, Eric Zemmour ha preferito sbarazzati di loro. C'è una frase nella sua lingua: “È ora di pensare (sic)”.

kody-pa01-Mathieu-Buyse.jpg

A seguito di questa controversia, DH ha contattato l'attore e comico di Grand Cactus Kody, anch'egli vittima di razzismo nella sua vita privata e professionale. “Sto giocando a Parigi in questo momento (Le Point Verjoles, ndr) E stavo parlando con le persone della mia squadra lì. Chiedendo loro: ma queste differenze sono reali in Francia? E mi dicono di sì. Non è solo una questione di social media, è in discussione nell’Assemblea nazionale. È pazzesco perché in Francia tutto è controverso!

Si chiedeva: “Come ha potuto la Francia accendersi così rapidamente e così fortemente a causa di queste sciocchezze?”

Cody poi spiega il suo punto. “Secondo me la scelta di Aya Nakamura è del tutto giustificata. Le Olimpiadi sono un evento internazionale, e la cantante francofona è quella che vende di più. Quindi ha senso e ha tutte le buone ragioni per considerarlo per un evento televisivo a livello nazionale. Ma la domanda che mi preoccupa è: come è riuscita la Francia ad accendere il fuoco così velocemente e con tanta forza a causa di sciocchezze come queste? Perché lo farà, canterà e sarà bello. Cosa sta succedendo ?”

READ  'Abbiamo dovuto interrompere lo spettacolo': i Keen'V costretti a terminare il concerto dopo cinque canzoni | la gente

Rinascita politica nel nome della lingua francese

Pertanto, il razzismo è ancora latente in Francia. “Ciò dimostra che il razzismo esiste ancora ma ho anche l’impressione che si tratti solo di riciclaggio. Una sorta di preliminare nel bel mezzo delle Olimpiadi in cui ognuno gioca per se stesso. Alcuni politici in cerca di pubblicità dicono a se stessi: Edith Piaf, è sacra. Come posso far brillare anch'io? Poi inizia a parlare di Aya Nakamura, del modo in cui parla, ecc. Mentre i loro figli probabilmente ascolteranno Aya Nakamura. Qualsiasi linguista ti dirà che soffriamo sempre di tic linguistici. Anche i parigini che parlano come parigini! Fa semplicemente parte dei tic linguistici e sociali. Stessa cosa, in Belgio con chi parla un po' ad alta voce. Sono tutti tic linguistici che non possono essere condannati. “Sono lì, sono lì, e non sai come si diffondono e poi scompaiono”.

Anche la Francia, come il Belgio, è un paese multiculturale. “Dobbiamo difenderloContinua l'attore di Grand Cactus (Tipik). Lo striscione di estrema destra è anche un modo per attirare l’attenzione su di sé. Non sono qui per offrire loro propaganda, scusarmi o cadere nella loro trappola. Lo fanno per provocare. Usano la stupidità per guadagno personale e ambizione politica. “Lo sanno bene: scioccare è attirare l’attenzione su di sé”.

“È difficile avere successo in Francia. È difficile avere successo quando sei una donna. E quando sei nera, c'è un'altra dimensione.”

La scelta di un verso non cambia assolutamente nulla per lui. “Al contrario, è vantaggioso per la Francia. Ci sono solo cose positive in questa scelta. Ma vogliono rubare questo momento e dirottare la discussione. È un diversivo. E la risposta al loro slogan: “Non solo esiste un modo, ma lo farà! L'artista belga di origine congolese conclude il suo intervento descrivendo le difficoltà del successo in Francia. “È difficile avere successo in Francia. È difficile avere successo quando sei una donna. E quando sei nera, c'è un'altra dimensione. Lei viene da un ambiente operaio quindi… scusa, se non ha l'istruzione di base o il vocabolario. Ma è stata in grado di elevarsi.” Con qualcosa di unificato. Unisce le persone attorno alla sua musica. Perché viene utilizzato per separare quando questo non è affatto il suo scopo principale? In effetti, è piuttosto Al contrario. Quindi è chiaro che quello che stanno commettendo è un atto criminale! Sganciare una bomba che disperde le divisioni mentre la sua musica viene ascoltata di persona. Selezione a Bamako, come a Parigi, il 16 come in 9.3.

READ  Prima di avere un figlio con Al Pacino, Nour Al-Falah usciva con Mick Jagger ed era con Clint Eastwood