Luglio 14, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Chi guiderà la società tedesca verso l’euro? Stanno già emergendo diversi nomi

Chi guiderà la società tedesca verso l’euro?  Stanno già emergendo diversi nomi

Rudi Föller in panchina per il Manchester United martedì sera contro la Francia. Una scena che non si vedeva dagli Europei del 2004, quando completò un periodo di quattro anni alla guida. Questa volta il ruolo di manager si è trasformato in allenatore, con l’antico splendore di 64 anni trasformato in un metodo straordinario e del tutto temporaneo.

Germania: Fuller giocherà solo una partita alla guida e interromperà ogni potenziale continuazione

Parallelamente al rifornimento della rosa tedesca e alla preparazione dell’amichevole contro i Blues, Rudi Völler è già alla ricerca del successore di Hansi Flick, licenziato domenica. “È importante trovare un successore abbastanza rapidamenteFuller dice. Mancano ancora nove mesi e vogliamo creare euforia per questo euro. Con un nuovo allenatore è del tutto possibile. Quando un nuovo allenatore ha una o due nuove idee, questo è molto importante.

Nawras

È importante trovare un successore abbastanza rapidamente.

Nagelsmann è il candidato numero 1

L’idea della Federcalcio tedesca è quindi quella di imporre un profilo entusiasmante capace di creare rapidamente una nuova dinamica. Attualmente diversi nomi di allenatori vengono scambiati senza contratto: Oliver Glasner (ex Francoforte), Louis van Gaal (ex Olanda) e ovviamente Julian Nagelsmann (ex Bayern) che è già succeduto a Flick sulla panchina del Monaco. Anni fa.

L’austriaco Glasner non è considerato l’obiettivo numero 1, ma l’olandese Louis van Gaal, guarito dal cancro alla prostata, potrebbe soddisfare i criteri della Federazione tedesca, che vuole imporre disciplina e somministrare rapidamente una scossa elettrica. “Mi sento onorato di essere tra i candidati, ma nessuno straniero è mai stato scelto per il posto di Ct della nazionale tedesca.Tuttavia, ha commentato Van Gaal.

“Nessuno straniero è mai stato selezionato per questa posizione.”

Ecco perché Julian Nagelsmann rimane uno dei preferiti dei media tedeschi. Rimangono tuttavia due grossi problemi. L’allenatore 36enne è ancora sotto contratto con il Bayern fino al 2026 e la federazione potrebbe dover pagare un risarcimento ai bavaresi. Allo stesso modo, il licenziato dal Bayern lo scorso marzo ha avuto alcuni disaccordi nell’ex spogliatoio con i dirigenti della nazionale, tra cui Leroy Sane e Serge Gnabry.

READ  Il figlio di Mandela chiede la guerra al Marocco

Matthews, Magath o Kuntz

“La Germania ha bisogno di un allenatore della nazionale esperto che possa ispirare i giocatori e la gente”.Ha sottolineato l’ex allenatore Berti Vogts (1990-1998), che non era d’accordo con l’idea di Nagelsmann. “Per me non c’è dibattito. Secondo me la federazione dovrebbe nominare Lothar Matthäus allenatore della nazionale. “Sarebbe la soluzione migliore.”Da parte sua, Mohamed Scholl, ex leggenda del Bayern, ha commentato.

Tuttavia, sarà difficile convincere Matthews. “Sono stato via per molto tempo. Il mio progetto di vita è completamente diverso, sia a livello personale che professionale. La situazione non è necessariamente quella che immagino”.L’uomo che ha giocato 150 partite internazionali e ora ha 62 anni, ha spiegato a BILD TV.

Sono stati menzionati anche i nomi di Felix Magath, ex allenatore di Bayern, Wolfsburg e Stoccarda, nonché di Stefan Kuntz, attuale allenatore della Turchia e capo della squadra tedesca alle ultime Olimpiadi. “Naturalmente ci sono nomi del tutto possibili, Rudi Fuller è arrabbiato. Ma non voglio commentare i nomi. È importante presentare il trainer giusto entro tre settimane e mezzo (Nota del redattore: prima dei giochi di ottobre). Ci stiamo lavorando e siamo in costante contatto con le persone chiave. “Ci saranno sicuramente altri incontri.”

Hansi Flick lascia dietro di sé il peggior record della Bundesliga da oltre 20 anni