Giugno 2, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Champions League: il Milan trova ancora colpe e batte il Napoli (1-0)

Non a caso il tecnico rossonero Stefano Piolo si è schierato nelle stesse file del tecnico che, dieci giorni fa, ha dato la lezione al Napoli (4-0).

In assenza del capocannoniere Victor Osimhen e del suo sostituto regolare, l’infortunato Giovanni Simeone, Luciano Spalletti ha finalmente puntato su Eljiv Elmas, schierato nel ruolo del falso 9 dove mister Totti amava giocare alla Roma per quasi vent’anni.

Sotto la pioggia di Milano, il Napoli è partito forte con una prima occasione clamorosa dopo appena cinquanta secondi: Khvisha Kvaratskhelia ha ereditato un pallone che il milanista Rade Krunic non ha gestito, ma il georgiano è inciampato sul bosniaco, che è tornato disastrosamente a parare davanti a la sua stessa linea.

Minyan impeccabile

Mike Mignan ha poi lavorato due tiri potenti di Anguissa (4°) e poi di Piotr Zielinski (12°) trafelato all’inizio della gara rossonera.

Leao ha svegliato il Milan con una sua corsa segreta, conclusa con un tiro dalla distanza (25′) seguito da un calcio furioso sul palo d’angolo.

Il Napoli trova un perfetto nuovo contropiede rossonero, calciato da Brahim Diaz dopo un controllo ad alta quota. Dopo la staffetta con Liao, Bennacer ha concluso con un calcio secco che Alex Merritt non ha potuto fare a meno di toccare.

Milanese avrebbe potuto salvarsi prima dell’intervallo ma Simon Kjaer ha visto il suo colpo di testa dominante rimbalzare sulla traversa (45+3°).

Il Napoli prova a replicare dagli spogliatoi con Elmas poco distante dalla sorpresa di Mignan, molto avanti (50′), poi con Di Lorenzo a tiro deviato (53′).

Ma i giocatori di Spalletti, come Kvaratskhelia impegnato nella difesa lombarda, non hanno più l’impatto fisico di un tempo. Anguissa ha pagato caro, due volte in meno di cinque minuti avvertendo due contrasti disperati per lasciare Theo Hernandez a tutta velocità (70, 74).

READ  Stavolta la (grande) caduta di Mathieu van der Poel potrebbe lasciare tracce (VIDEO)

Al 10′ il Napoli penetra nonostante tutto ma cade davanti a Di Lorenzo (87′) su un impeccabile Mignan. Adesso arrivano i tifosi napoletani per recuperare Osimhen entro sei giorni.