Cava de' Tirreni Politica

Cava de’ Tirreni: il preliminare del PUC illustrato alla Città. Amministratori e cittadini a confronto

preliminare
cof

Primo di tre incontri di confronto sul Preliminare di PUC (Piano Urbanistico Comunale) ieri a Palazzo di Città. Confronto sui tre progetti guida (parco di fondovalle – recupero dei borghi – anulare infrastrutturale della rigenerazione urbana) e le cinque visioni di città

Cava de’ Tirreni. Il preliminare del PUC presentato alla Città. Nel corso dell’incontro il Sindaco Vincenzo Servalli, l’Assessore all’urbanistica, Giovanni Minieri, il Coordinatore scientifico per la redazione del PUC, Carlo Gasparrini, il dirigente del settore urbanistico e progettista capogruppo, Antonino Attanasio, hanno illustrato ai tanti partecipanti i tre progetti guida (parco di fondovalle – recupero dei borghi – anulare infrastrutturale della rigenerazione urbana) e le cinque visioni di città attraverso le quali ridisegnare il volto della città, cui sono chiamati a concorrere tutti i cavesi, semplici cittadini, così come professionisti, imprenditori, rappresentanti di imprese e delle associazioni, con contributi e proposte che, in questa fase, devono puntare l’attenzione sulle direttrici generali di sviluppo ed i macro-temi e non le proposte privatistiche, che saranno esaminate in una fase successiva. Cava città ecologica e resiliente, Cava città bella ed identitaria, Cava città rigenerata e ospitale, Cava città produttiva e multifunzionale, Cava cerniera territoriale, queste le cinque visioni di città sulle quali lavorano le linee d’azione del Piano. A spiegare nel dettaglio le linee di intervento e gli obiettivi del preliminare di PUC è stato il prof. Carlo Gasparrini, richiamato dall’Amministrazione Servalli a riannodare i fili interrotti al termine della consiliatura guidata da Luigi Gravagnuolo. Gasparrini ha ripercorso le strategie messe in campo con le cinque visioni di città, spiegando le azioni per realizzarle che vanno dal recupero del grande patrimonio immobiliare pubblico e privato, delle periferie e aree degradate, alla salvaguardia ma anche valorizzazione del paesaggio, attraverso interventi ecosostenibili. Rivalutare la ricchezza rappresentata dai tanti borghi collinari, dai nuclei storici, dai parchi Diecimare e Monti Lattari ma anche dare risposte alle esigenze abitative di giovani coppie e single con l’housing sociale e definire interventi infrastrutturali di collegamenti e di servizi con i territori circostanti nell’ottica di enfatizzare il ruolo di “città cerniera” propria di Cava de’ Tirreni.
Previsti altri due incontri il 23 marzo, alle ore 16.00 e il 4 aprile, alle ore 18.00, dedicati al mondo dei professionisti, delle associazioni e degli imprenditori, ma comunque sempre aperti a tutta la cittadinanza. Tutte le informazioni sul Preliminare di PUC sono consultabili sul sito: urbanistica.cittadicava.it.
I contributi della cittadinanza, esclusivamente relativi a questioni generali, dovranno pervenire entro il 2 maggio 2018 utilizzando una delle seguenti modalità: a mezzo raccomandata A/R indirizzata al Comune di Cava de’ Tirreni, Piazza Abbro, 1 – 84013 Cava de’ Tirreni; a mano presso l’ufficio protocollo; a mezzo pec all’indirizzo: amministrazione@pec.comune.cavadetirreni.sa.it

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

news-repubblic

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi