Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Salerno

Cava de’ Tirreni: pioggia di ricorsi contro le multe stradali, 85 ricorsi al Giudice di pace

ricorsi

Cava de’ Tirreni. Pioggia di ricorsi contro le multe stradali: ben 85 automobilisti sanzionati in città si sono rivolti, nelle ultime settimane, al Giudice di Pace per l’annullamento dei procedimenti e così il Comune prepara la difesa.

L’Ente è stato infatti convenuto in giudizio alle luce di una serie di atti di citazione in opposizione alle cartelle esattoriali emesse da Equitalia (che ancora si occupava della riscossione coatta ai tempi dell’emissioni delle sanzioni, prima che il Comune affidasse il servizio alla Soget) per la riscossione di sanzioni amministrative che riguardano il mancato rispetto delle norme del codice della strada.

In totale sono 85 i ricorrenti multati per diversi motivi sul territorio metelliano (di questi due sono di Torre Annunziata, tre di Salerno, quattro di Sarno, uno di Gragnano, sei di Nocera Inferiore, e ben sessantanove di Cava de’ Tirreni) che hanno contestando la legittimità della procedura attuate dal Comune e dall’agente della riscossione, e chiesto quindi l’annullamento delle cartelle esattoriali e dei connessi provvedimenti.

Gli automobilisti in questione, sono dunque ben intenzionati a far valere le proprie ragioni in riferimento soprattutto a multe per divieti di sosta, per limiti di velocità non rispettati, guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o, ancora, per semafori oltrepassati con il segnale rosso. In generale, quindi, ogni qual volta che con la contravvenzione entra in gioco anche una decurtazione dei punti dalla patente o la sospensione della stessa.

Per potersi difendere adeguatamente, dunque, nelle ultime ore il Comune ha dato mandato all’avvocatura comunale di reperire, tramite il supporto del comando di polizia locale, tutti gli atti necessari a giustificare la validità delle sanzioni emesse. Alla luce dei documenti rinvenuti (verbali regolarmente notificati e rimasti inadempiuti) gli avvocati di Palazzo di Città hanno ritenuto infondati i presupposti che hanno dato origine alle vertenze.

Scopri l'Autore

Giuseppe Ferrara

Giuseppe Ferrara

Add Comment

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi