fbpx
Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA Salerno

Cava de’ Tirreni. Mediateca, messa in sicurezza urgente poi i lavori

Messa in sicurezza urgente e non più rinviabile per la Mediateca Marte di Corso Umberto I dopo il crollo di calcinacci dal tetto verificatosi la scorsa settimana e che ha causato non poche polemiche tra commercianti, esercenti e frequentatori della movida.

Cava de’ Tirreni. Sebbene, infatti, nessuno sia stato coinvolto nel crollo l’esterno dell’edificio rappresenta un sicuro pericolo per la pubblica incolumità senza considerare il fatto che le transenne installate ormai da mesi in via Parisi, per contenere i danni, stanno alimentando il malcontento delle attività commerciali che insistono sul vicolo, frequentatissimo nei weekend.

Da Palazzo di Città assicurano però che a breve saranno presi i dovuti provvedimenti. Effettuati già una serie di sopralluoghi per quantificare i danni e definire le possibili manovre di intervento, si procederà entro la settimana a mettere in sicurezza la facciata laterale dell’edificio e a disporre gli interventi successivi per la completa riqualificazione del tetto della struttura.

«Dobbiamo prima di tutto arginare il pericolo – ha spiegato l’assessore alla manutenzione e ai lavori pubblici, Nunzio Senatore –. Abbiamo provveduto a rimuovere i residui del cedimento e le tegole smosse del tetto. L’idea per la riqualificazione della struttura che ospita le Mediateca è quella di sostituire ora le vecchie tegole e mattonelle presenti sul tetto con appositi intonaci».
Per quanto riguarda il piano di riqualificazione, però, nonostante il pacato ottimismo manifestato dall’assessore, bisognerà certamente attendere l’esito di qualche intricato iter burocratico soprattutto perché dovrà essere interpellata la Soprintendenza ai Beni Paesaggistici e Architettonici. Una prima stima (approssimativa) dei lavori che dovrebbero effettuarsi ammonta a quasi 100 mila euro e la disponibilità nelle casse dell’Ente ci sarebbe pure, qualora – però – si provvedesse a rimodulare le somme previste dal progetto comunitario Piu Europa (la maggior parte delle quali è attualmente concentrata sul progetto Palaeventi).

C’è da considerare, inoltre, che i rapporti tra l’ente e la Soprintendenza non sono particolarmente idilliaci, riguardo soprattutto a recenti lavori in corsi che hanno interessato il territorio cittadino. Tuttavia Senatore si dice fiducioso che tutti i passi potranno concludersi in breve tempo.
«Ci aspettiamo tempi celeri – ha concluso Senatore – anche perché contemporaneamente stiamo espletando tutte le procedure necessarie all’avvio dei lavori per la realizzazione dell’adiacente piazza prevista al posto della ex palestra Parisi, il cui abbattimento è stato portato a termine lo scorso anno».
Via libera dunque al progetto di riqualificazione urbana nel pieno centro della città. Dopo l’abbattimento della ex palestra Parisi, avvenuto lo scorso novembre, che per decenni era diventato un luogo di degrado, è stato redatto e finanziato un progetto per la realizzazione di una nuova piazza che diventerà un nuovo luogo di aggregazione e socializzazione, in un contesto di grande rilancio anche del turismo e della movida cittadina con l’apertura del complesso monumentale di San Giovanni, quale centro culturale, d’arte ed espositivo, in attesa dell’affidamento ai privati della gestione della foresteria e dell’area di ristorazione e delle unità del gusto.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV

ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi