Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Lavoro

Cava de’ Tirreni: il coronavirus ferma il Concorsone

Bloccate le procedure di espletamento del concorso bandito nel 2018

Cava de’ Tirreni. Non ci sono gli spazi necessari a garantire che le prove preselettive si svolgano in ottemperanze alle vigenti norme in materia di contenimento del contagio da Covid-19.

Slittano, così, a data da destinarsi le fasi successive dell’espletamento delle procedure concorsuali per l’individuazione di circa sessanta figure professionali da inserire nell’organico di Palazzo di Città.

Nelle scorse settimane si erano tenuti una serie di sopralluoghi presso l’ex Cuc di viale Crispi – attuale sede del Forum dei Giovani – dove era intenzione dell’Amministrazione tenere le prove preselettive, come era già stato fatto in precedenza per le altre categorie concorsuali, tra dicembre e gennaio scorso.

Tuttavia gli spazi offerti dal salone della struttura, con la garanzia del mantenimento di un metro di distanza tra un candidato e l’altro, non avrebbero consentito l’accesso a più di cento unità: situazione, questa, che – considerata l’enorme mole di domande pervenute agli uffici comunali in occasione della diffusione del bando due anni fa, per un totale di circa 20 mila partecipanti – avrebbe comportato non poche difficoltà sia dal punto di vista logistico che sul fronte delle misure di contenimento del contagio da coronavirus.

Sospeso a data da destinarsi

Così, dopo aver analizzato e preso in considerazione varie alternative, si è preferito per il momento sospendere le prove che l’Amministrazione era inizialmente intenzionata a far svolgere tra agosto e settembre, prima delle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre prossimi.

Restano, quindi, per il momento bloccate le procedure di espletamento del concorso bandito nel 2018.

Sono in totale 58 le figure professionali (suddivise in 9 categorie concorsuali), con contratto part-time al 60% e a tempo indeterminato, che verranno selezionate una volta ultimate le fasi concorsuali.

Nel dettaglio il Comune è alla ricerca di 20 istruttori amministrativi, 14 istruttori di vigilanza, 10 istruttori direttivi amministrativi, 6 istruttori direttivi economico finanziari, 3 istruttori direttivi tecnici ingegneri, 2 istruttori direttivi socio culturali, un funzionario tecnico architetto, un istruttore tecnico direttivo agronomo e un istruttore direttivo informatico.

In attesa degli esiti delle prove preselettive

Di queste nove categorie, il Comune – tra dicembre 2019 e gennaio 2020 – ha provveduto ad espletare le prove preselettive relative solo alle 6 unità di Istruttore Economico Finanziario e alle 10 unità di Istruttore Direttivo Amministrativo.

Tuttavia l’affluenza registratasi allora fu minore di quella attesa ma, nonostante questo dato, al momento non si conosco ancora gli esiti delle prove effettuate e dunque da Palazzo di Città si è preferito soprassedere per concedere alle commissioni il tempo necessario a completare la valutazione dei primi candidati, piuttosto che procedere con le nuove categorie concorsuali.

Leggi anche: Cava de’ Tirreni, a dicembre la preselezione del Concorsone. Si parte con gli Istruttori direttivi amministrativi

Leggi anche: Cava de’ Tirreni: il concorso comunale diventa terreno di scontro politico

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi