Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA

Cava de’ Tirreni, abbattimento delle barriere architettoniche, primi interventi

Per una città a misura di tutti

Cava de’ Tirreni. Negli anni il tema dell’abbattimento delle barriere architettoiniche è stato più volte ribadito a gran voce dalle Associazioni del territorio impegnate nel sociale, ma spesso la risposta dal Comune era stata “servono fondi”.

Ora sembra che quei fondi, o almeno una parte di quelli necessari per tutti gli interventi, siano arrivati.

Da Palazzo di Città, infatti, fanno sapere che partiranno tra pochi giorni i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche per un importo di 125 mila euro.

I primi interventi

Il Comune, insieme all’Osservatorio Cittadino sulla Condizione delle persone con disabilità, ha individuato quattro zone con circa quaranta interventi da realizzare.

Gli interventi: nel Centro storico lungo il percorso che congiunge il Palazzo di Città con la stazione ferroviaria, tramite il corso porticato, via Montefusco, via Sorrentino, via Benincasa e parte di viale Garibaldi; nell’area porticata privata ad uso pubblico del “parco Beethoven prospiciente Corso Mazzini; sulla strada statale18 lungo  il marciapiede che costeggia la strada nel tratto incrocio viale degli Aceri fino al civico 104, direzione; scalone in località Rotolo che consente di raggiungere gli utenti della Nostra Famiglia nella nuova struttura, dove è previsto il ridisegno della gradinata esistente che collega via Marghieri con località Maddalena, con la realizzazione di 57 gradini.

Per il superamento delle barriere saranno realizzati scivoli, corrimano, rimozione di soglie e adeguamento delle pendenze, nuova pavimentazione con il posizionamento del percorso tattile plantari integrati, rimodulazione dei marciapiedi e riposizionamento a quota dei cordoli in pietra lavica, realizzazione di percorsi intelligenti per consentire a non vedenti ed ipovedenti l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo.

“Sistemeremo tutti i punti di criticità”

“Nella nostra città tutti i lavori pubblici sono realizzati con il diretto intervento dell’Osservatorio Cittadino sulla Condizione delle persone con disabilità – afferma il vicesindaco con delega ai lavori pubblici, Nunzio Senatore – e man mano che le risorse economiche ce lo consentiranno sistemeremo tutti i punti di criticità che insieme all’Osservatorio individuiamo. Un impegno ed una sensibilità verso i temi della disabilità che ha sempre contraddistinto l’Amministrazione Servalli in tutti i settori e anche nella realizzazione di opere pubbliche tanto che le progettazioni sono realizzate con la partecipazione della Cooperante alla disabilità”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi