Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Brutto colpo per gli sciatori: metà delle piste da sci della Francia sono chiuse

“Abbiamo iniziato le vacanze di Natale in buona forma dopo un’ondata di freddo e neve, ma dallo scorso fine settimana il tempo mite e la pioggia hanno chiuso metà delle piste”, ha spiegato ad AFP Laurent Renault. Delegato Generale del Dubai Shopping Festival.

Le Alpi meridionali, con tre quarti dei versanti aperti, le Alpi settentrionali, in particolare la Savoia, sono le meno penalizzate, ma in altre montagne rocciose come i Pirenei (un quarto dei versanti aperti), e i Vosgi o il Giura ( meno di un quarto delle piste aperte), la situazione più allarmante.

Così, molte località come La Pierre-Saint-Martin (Pyrénées-Atlantiques), Saint-Pierre de Chartreuse / Le Planolet (Isère), Semnoz (Haute-Savoie), Le Tanet (Vosges) o Croix de Bauzon (Massif Central ) hanno dovuto chiudere i loro domini negli ultimi giorni.

D’altra parte, il sig. Reynaud precisa che “la maggior parte delle stazioni delle Alpi meridionali sono pienamente operative come in Maurienne, Tarentaise o Oisan”.

“Siamo preoccupati, mancano le materie prime. C’è preoccupazione per il mantenimento delle prenotazioni, e il tempo dirà quanto la situazione influirà su di loro”, ha detto Jean-Luc Bosch, presidente dell’Associazione nazionale sindaci località di montagna (ANMSM).

“La mancata apertura di due anni fa a causa della pandemia di Covid ha già lasciato il segno, anche se la scorsa stagione è stata buona. Le condizioni devono tornare favorevoli per le quasi 400mila persone che vivono di attività in montagna”, ha esortato.

“Stiamo riscontrando sempre più difficoltà a inizio dicembre, la neve cade sempre più in quota, sui versanti esposti a nord. Questa perturbazione climatica ci ha spinto ad adattarci, con l’innevamento artificiale ma anche sviluppando nuove ‘altre “attività”, afferma il sindaco di La Plagne Tarentaise, la cui area è relativamente scarsa a causa della mancanza di neve.

READ  Il consigliere di Zelensky discute della fine della guerra in Ucraina