Campania EVIDENZA Salerno

Rifiuti, protesta del comitato “Battipaglia dice no”, Strianese chiarisce

Battipagliesi preoccupati in protesta davanti al TMB di Battipaglia. Protesta contro la Provincia di Salerno. Strianese chiarisce

Protestano i cittadini Battipaglia davanti ai cancelli del TMB. Al fianco del Comitato “Battipaglia dice no” anche il sindaco, Cecilia Francese , con assessori e consiglieri. A scatenare il dissenso l’ordinanza del Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese , che da giovedì scorso, autorizza i dipendenti di EcoAmbiente, la società provinciale che gestisce l’impianto di trattamento meccanico biologico (tmb) di via Bosco II allo stoccaggio straordinario, per tre mesi, di 2mila tonnellate di eccedenza di secco tritovagliato. Le balle d’indifferenziato che al termovalorizzatore d’Acerra, sistematicamente alle prese con interventi di manutenzione, non possono essere conferite: resteranno a Battipaglia, nel capannone della post-raffinazione.

Un dissenso che Strianese cerca di placare con una nota ufficiale: “ A Battipaglia non arriverà un grammo di rifiuto in più del dovuto”

“È bene fare subito chiarezza sulla mia ordinanza n. 4 del 29 novembre scorso – scrive il Presidente della Provincia – tranquillizzando alcuni comitati di cittadini che si sono allarmati. Non è assolutamente vero che detta ordinanza avrebbe trasformato l’impianto TMB di Battipaglia (ex STIR) addirittura in una “sede di una discarica di stoccaggio provvisoria di ulteriori 2000 tonnellate di rifiuti. La verità è che nello scorso mese di giugno, a causa di una manutenzione programmata del termovalorizzatore di Acerra e del contemporaneo incremento di produzione estiva dei rifiuti indifferenziati, si rese già necessaria l’adozione di un’ordinanza Presidenziale per autorizzare lo stoccaggio provvisorio di frazione secca di rifiuto prodotto dallo stesso TMB, in attesa dell’evacuazione verso il Termovalorizzatore di Acerra.

Non essendo stato ancora possibile l’allontanamento del predetto rifiuto verso l’impianto di Acerra, si è reso necessario rinnovare la predetta Ordinanza Presidenziale. Tutto qui.

La Sindaca di Battipaglia, accompagnata dal Consigliere Provinciale Angelo Cappelli, ha potuto subito verificare con i propri occhi che non abbiamo creato alcuna “discarica di stoccaggio provvisoria. Voglio dirlo con grande chiarezza: a Battipaglia non arriverà un grammo di rifiuto in più di quello che è già attualmente presente nell’impianto. Inoltre, a conferma della leale collaborazione che deve sempre guidare i rapporti tra le Istituzioni e della grande trasparenza che caratterizza la nostra azione politico-amministrativa, rappresento la disponibilità della Società Provinciale Ecoambiente Salerno a garantire l’accesso all’impianto TMB di una delegazione ristretta di cittadini, che potrà accompagnare la Sindaca in una ulteriore visita all’impianto”.

laRed TV





Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi