Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Attentato al ponte sulla Crimea: Putin accusa l’Ucraina di ‘terrorismo’, scherza Zelensky

Una potente esplosione, che le autorità russe hanno attribuito a un camion bomba, ha distrutto il ponte Crimea, un collegamento stradale e ferroviario tra la Russia e la penisola annessa nel 2014.

Tempo di lettura: 2 minuti

IlDomenica il presidente russo Vladimir Putin ha accusato Kiev di aver commesso un “atto terroristico” orchestrando l’esplosione che ha parzialmente distrutto il ponte di Crimea di sabato che collega la Russia alla penisola annessa, ed è stata seguita durante la notte da mortali attacchi russi contro una città ucraina.

Dopo un incontro con il capo del Comitato investigativo russo, Putin ha concluso, secondo un videoclip pubblicato dal Cremlino, che “gli autori, gli artisti e gli sponsor sono l’intelligence ucraina”. “Non c’è dubbio che si tratti di un atto terroristico volto a distruggere le infrastrutture civili russe vitali”, ha aggiunto il presidente russo.

È stata la prima reazione di Vladimir Putin all’esplosione di sabato mattina presto, che costituisce una nuova grande battuta d’arresto per la Russia, in un momento in cui le sue forze stanno affrontando difficoltà in Ucraina.

Il Cremlino ha detto che il presidente russo terrà una riunione del Consiglio di sicurezza lunedì.

L’ironia di Zelensky

L’esercito e i servizi speciali ucraini (SBU) a Kiev non hanno né confermato né smentito il loro coinvolgimento, e il presidente Volodymyr Zelensky ha smentito solo in un video del tempo “nuvoloso” di sabato in Crimea – un possibile riferimento al fumo dell’incendio -” sebbene facesse caldo , anche.”

E ha promesso nello stesso video che la Crimea è “senza popolazione”, l’Ucraina, sostenuta in questo dalla stragrande maggioranza della comunità internazionale e dalle Nazioni Unite, non avendo mai accettato l’annessione della penisola da parte di Mosca nel 2014 dopo un “referendum” del suo la legittimità è stata contestata.

Domenica, ha descritto l’esercito russo come “terrorista”, dopo aver bombardato condomini nella città ucraina meridionale di Zaporizhia, uccidendo tra le 12 e le 17, secondo quanto riferito, tre giorni dopo i precedenti bombardamenti che hanno ucciso 17 persone lì. .

Un rapporto finale dell’amministrazione regionale di Zaporizhia ha riferito che 13 persone sono state uccise e 60 ferite, tra cui donne e bambini.

“Che senso ha. Il male assoluto. Terroristi e selvaggi. Chi ha dato questo ordine a chi lo ha eseguito. Ognuno ha una responsabilità. Davanti alla legge e davanti al popolo”, ha scritto il presidente ucraino sul suo account Telegram.

READ  Biden si scusa per l'uscita di Trump dall'accordo di Parigi