Campania Cava de' Tirreni eventi EVIDENZA

Anniversario strage di Capaci: a Cava de’ Tirreni lenzuoli bianchi e fiori virtuali

Cava de’ Tirreni: lenzuoli bianchi e fiori virtuali per ricordare Giovanni Falcone, la moglie Francesca e gli uomini della scorta e celebrare la lotta alle mafie.

Diverse le iniziative che verranno organizzate in città il prossimo 23 maggio per ricordare la strage che strappò la vita a Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta. L’Amministrazione Servalli, in particolare, ha aderito all’iniziativa lanciata da Maria Falcone, Presidente della Fondazione “Giovanni Falcone” in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e promossa, tra gli altri anche dall’Anci (Associazione Nazionale Comuni d’Italia), ed esporrà un lenzuolo bianco sulla facciata del Palazzo di Città.

«Facciamo nostre le parole della professoressa Falcone – ha detto il sindaco Servalli – che ha richiamato un grande insegnamento del giudice Falcone: l’etica del dovere. Celebreremo quindi il coraggio, il senso di responsabilità, l’amore verso il prossimo, di quanti hanno combattuto in questi mesi di emergenza sanitaria, in prima linea, contro un nemico oscuro, proprio come le mafie, con un impegno straordinario al servizio del nostro Paese. A cominciare da medici e infermieri, forze dell’ordine, polizie locali, l’immenso lavoro dei volontari e tutti coloro che si sono prodigati nel dare una mano a che ne avesse bisogno».

Murolo: “Fiori virtuali per commemorare insieme, anche se distanti, il Giudice Falcone”

Contestualmente il candidato sindaco Marcello Murolo, insieme ai partiti e i gruppi civici che lo sostengono, ha organizzato la deposizione di una corona di fiori all’ingresso della villa comunale “Falcone e Borsellino”, circostanza che verrà trasmessa in diretta social invitando i cittadini a depositare virtualmente un fiore con un commento.

Sportelli antiracket e antiusura del Comune chiusi

Nell’annunciare l’iniziativa, Murolo, inoltre, sottolinea la necessità di riattivare gli sportelli antiracket e antiusura del Comune per riprendere le attività di ascolto e sostegno alle attività commerciali e non solo.

«È un momento pericoloso per le nostre economie – ha dichiarato Murolo – come in ogni momento di crisi economica il danaro sporco ha facile gioco per entrare nelle attività lecite. È importante quindi alzare la guardia, essere vicini alle forze economiche. Condivido da questo punto di vista condivido le preoccupazioni del prefetto di Salerno che ha invitato i comuni, tra i quali il nostro, a riattivare gli sportelli antiracket che sono chiusi».

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi