Febbraio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Al Forum di Davos attira l'attenzione il discorso di Javier Miley, presidente dell'Argentina

Al Forum di Davos attira l'attenzione il discorso di Javier Miley, presidente dell'Argentina
-/AFP Il presidente argentino Javier Miley all'aeroporto internazionale di Ezeiza, nella provincia di Buenos Aires, il 15 gennaio 2024, prima di imbarcarsi per la Svizzera per partecipare al Forum economico mondiale di Davos.

-/AFP

Il presidente argentino Javier Miley all'aeroporto internazionale di Ezeiza, nella provincia di Buenos Aires, il 15 gennaio 2024, prima di imbarcarsi per la Svizzera per partecipare al Forum economico mondiale di Davos.

A livello internazionale è l'unico leader mondiale a fare della motosega il suo simbolo principale, e questo non è un dettaglio. Il presidente argentino di estrema destra Javier Miley farà il suo primo tour internazionale mercoledì 17 gennaio al World Economic Forum di Davos. Ha avviato riforme radicali da quando è salito al potere il mese scorso ed è noto per la sua personalità estrema e imprevedibile.

Il suo viaggio in Svizzera dà il tono: il capo dello Stato non ha utilizzato un aereo privato, ma ha preso un volo commerciale. Cogli l'occasione per fare un piccolo tour e scattare tanti selfie. Molte foto di questo viaggio sono state ripubblicate sul suo account X (ex Twitter), Come potete vedere qui sotto, il suo portavoce, Manuel Adorni, ha spiegato che questo viaggio ha permesso di risparmiare più di 300.000 dollari.

READ  Intervista a Stella, moglie di Julian Assange: Julian è un prigioniero politico

Durante questo viaggio, Javier Miley ha anche risposto alle prime domande poste dai giornalisti sulla sua visita al Forum di Davos. Un’occasione per il Presidente di annunciare: “Sono venuto per seminare i semi della libertà in un forum contaminato dall’Agenda socialista 2030, che non porterà altro che miseria al mondo”.. Il capo dello Stato, rispetto a Donald Trump nelle sue posizioni anti-establishment e nello stile poco raffinato, promette di dichiarare a Davos che “ La libertà è la chiave della prosperità”.. Il tono è impostato.

La politica economica dell’“anarcocapitalismo”

Al potere dal dicembre 2023, si è dichiarato “ Anarcocapitalismo » Da allora ha perseguito una politica radicale per rilanciare l’economia del paese, che ha registrato un livello sorprendente di inflazione superiore al 200% nel 2023. Secondo lui, la soluzione per affrontare la situazione è “dinamismo” (Simbolicamente) la banca centrale del Paese e la fine del “ Questa deviazione, chiamata giustizia sociale, è sinonimo di deficit di bilancio”. Oppure effettuare tagli significativi al bilancio della spesa pubblica.

Nel giro di un mese, il 53enne economista liberale pose fine al controllo dei prezzi, dimezzò il numero dei ministeri e lanciò un aggressivo programma di risparmio. Per non parlare del fatto che la valuta si è svalutata di oltre il 50% del peso registrato due giorni dopo il suo insediamento. Ha inoltre intenzione di sostituire il peso argentino con il dollaro americano per fermare l’iperinflazione. Queste misure, attualmente contestate nei tribunali, stanno innescando un grande movimento sociale nel paese.

Lo scettico climatico tiene un discorso a Davos

Se il Presidente afferma di aver ricevuto più di 60 richieste di interviste faccia a faccia durante la sua visita a Davos, l'unico incontro bilaterale annunciato nella sua agenda è un colloquio a fine pomeriggio con Kristalina Georgieva, Direttore Generale della Dipartimento per gli affari ambientali di Davos. Fondo monetario internazionale. L’Argentina deve 44 miliardi di dollari al Fondo monetario internazionale, che ha elogiato alcune delle sue riforme e progetti di deregolamentazione. governo argentino Vai forte» Di fronte a fallimento ” Kristalina Georgieva ha confermato martedì.

READ  NATO: la risposta di Stoltenberg alla minaccia di Erdogan di negare l'adesione alla Svezia

Tuttavia, alcune dichiarazioni di Miley potrebbero suscitare scalpore o addirittura contraddire completamente la visione sostenuta dal World Economic Forum. Il presidente argentino, ad esempio, ritiene che l’uomo non sia responsabile del cambiamento climatico. Mercoledì condividerà il palco di Davos con Emmanuel Macron, ma anche con il segretario generale dell’ONU António Guterres e il segretario di Stato americano Antony Blinken, che sono abituati a fare dichiarazioni scioccanti sul clima durante questi discorsi.

Vedi anche su L'Huff Post :