Aprile 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

A difenderlo è il ministro della Sanità Frédéric Valeteau

A difenderlo è il ministro della Sanità Frédéric Valeteau
Schermata Francia 3 Su France 3, domenica 24 marzo, il ministro della Salute Frédéric Valeteau ha difeso la scelta di Olivier Ferrand di rivolgersi alla medicina estetica.

Schermata Francia 3

Su France 3, domenica 24 marzo, il ministro della Salute Frédéric Valeteau ha difeso la scelta di Olivier Ferrand di rivolgersi alla medicina estetica.

Politica – “È anche utile.” Ospite nello show “Domenica in politica” Su France 3 domenica 24 marzo Il ministro della Salute Frédéric Valeteau ha difeso la scelta del suo predecessore Olivier Ferrand di riqualificarsi in medicina estetica dopo aver iniziato con le neuroscienze.

Si menziona innanzitutto che l’ex portavoce ufficiale del governo si è unito “ Chirurgia plastica ” E non il ” Chirurgia plastica “, Frédéric Valeteau ha fatto riferimento alla scelta di Olivier Ferrand “gli appartiene” Puoi anche ascoltare nella sequenza seguente.

“L'importante è che torni a fare medicina. Conosco molti medici che se ne sono andati – non solo perché impegnati in politica – ma che se ne sono andati per fare altro. Poi Frédéric Valeteau ha parlato di condanna “Decine e decine di migliaia” Abbandonare il settore.

Una risposta dura ai critici di Olivier Ferran

Poi, rivolgendosi ai medici che hanno trattato duramente Olivier Ferrand dall'annuncio della sua riqualificazione, ha detto: “Da un lato i medici non possono – e parlo a nome di chi lo critica – esigere la completa libertà di esercitare la professione dove vogliono, quando vogliono, al ritmo che vogliono… e poi criticare una persona che, essendo stata medico ed essendo stato in politica, sceglie di dedicare una piccola parte del suo tempo alla medicina.

È stato pesantemente criticato da molte voci all'interno della comunità medica e sanitaria, eppure l'ex portavoce del governo Elizabeth Bourne è ancora nei suoi diritti. Giovedì l'Alto commissariato per la trasparenza della vita politica ha approvato la sua decisione, senza intravedere alcun pericolo dal punto di vista morale.

READ  Test visivo: riuscirai a trovare il cane in 7 secondi? Solo il 2% riesce

Ma per i critici di Olivier Veran, è soprattutto il simbolo della riqualificazione dell'ex ministro nella pratica privata (e popolare tra le persone influenti) in un momento in cui l'ospedale pubblico è in una crisi profonda e sta andando male. Ancor di più quando un neurologo professionista abbandona il suo settore originario, che è molto richiesto da ulteriori figure professionali.

Vedi anche su L'Huff Post :