Marzo 1, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

5 cose da sapere su “Koh Lanta: Immunity Hunters”

5 cose da sapere su “Koh Lanta: Immunity Hunters”

Questo martedì sera, Koh Lanta: Cacciatori di immunità, la 25a stagione classica del gioco d'avventura, arriverà su TF1. Ecco 5 cose da sapere su questa nuova avventura.

1) È ancora nelle Filippine

Per la quinta volta in 23 anni di trasmissione e per il terzo anno consecutivo le telecamere Ko Lanta Si stabilirà nelle Filippine. “È una location ideale, bella e pratica dal punto di vista logistico. Ci sono anche ospedali nelle vicinanze. Quindi è stato naturale ritornare nello stesso posto“, spiega Julian Magen, amministratore delegato di Adventure Line Productions.È una vera sfida trovare nuovi posti in cui girare. Questo è il punto su cui stiamo lavorando attivamente perché dobbiamo individuare nuovi ambiti per i prossimi anni. Tuttavia, la regione deve soddisfare i nostri criteri e il Paese deve essere geopoliticamente stabile.

2) Versamento francese al 100%.

Come ogni stagione, Ko Lanta Rispetta la parità. Dieci uomini e dieci donne furono scelti per partecipare all'avventura. Questi rappresentano tutte le regioni della Francia. Avrete capito che quest'anno al TF1 non ci saranno belgi da seguire.

Questi avventurieri hanno un'età compresa tra 21 e 55 anni e hanno profili molto diversi. Si va dal manager aziendale al macellaio, passando per il falegname, l'ingegnere elettrico, l'artigiano del taxi, l'ex soldato o addirittura il casaro. “Esistono profili sportivi e meno sportivi. Abbiamo cercato di trovare un equilibrio“, spiega Julian Magny, che aggiunge che ciò che è anche importante è”Motivazione e sentimento“.

3) Collane di immunità multipla

Questo è il tema di questa nuova stagione. Questa volta, sull'isola verranno nascosti più ciondoli dell'immunità. Queste saranno armi formidabili per gli avventurieri che dovranno raddoppiare la loro strategia quando le useranno. Questi strumenti, infatti, avranno diversi poteri, come ad esempio quello di immunizzare altre due persone. “Ogni anno cerchiamo di inventare qualcosa di solido che non sconvolga tutto ciò che abbiamo fatto a Koh Lanta ma porti un po' di sale in più“, spiega Julian Magny.Ci siamo detti che le collane dell’immunità funzionano sempre. Si tratta di armi aggiuntive fornite agli avventurieri per giocare, difendersi e attaccare nella parte strategica.

READ  Gilles Bartholin: Cara Adèle Haenel, farò della tua voce una strada da percorrere nel cinema

Prosegue il direttore dell’ALP: “Ci sono due lati. Ci saranno collane nascoste in diversi luoghi e indizi che renderanno più facile trovare le collane. Verrà vinto in gare individuali e in alcune gare a squadre.

4) Si è verificato un tempo imprevisto

Dopo che la troupe ha sentito che il tornado si stava dirigendo verso l'area delle riprese Ko Lanta Costretto a trasferirsi alla fine dell'avventura. “Giriamo in un ambiente naturale e dipendiamo dal tempo. Questo fa parte delle nostre norme e standard di adattabilità. Dobbiamo continuare le riprese in tutta sicurezza per non mettere in pericolo nessuno, né gli stuntman, né le altre persone sul set.“Come ci racconta Denis Brunyaert nell'intervista corrispondente, il tempo è stato utilizzato come nuovo sviluppo della stagione.

5) Prova notturna

Oltre ai grandi classici come Colonne o Thrust, gli spettatori potranno trovare appuntamenti rivisitati e nuovi (“Circa 8 su 30“, specifica Julian Magny). Dopo diversi anni di assenza, il viaggio tornerà di nuovo Ko Lanta. Gli avventurieri delle due tribù si ritroveranno separati in mezzo alla foresta durante la notte per una prova che li vedrà…Un risultato molto forte per il resto della stagione.

Altra novità, quest'anno gli avventurieri raggiungeranno l'isola non a nuoto ma in camion. “Dopo 22 anni a Koh Lanta, ci siamo detti che dovevamo cambiare un po’ le linee. Volevamo cambiare l'immagine. Lì vediamo il progresso dei camion e della civiltà verso la fine della pista e le mangrovie. “Lo abbiamo trovato molto estetico.”“, spiega Julian Magny che ammette che gli avventurieri erano piuttosto “sorpreso“Non tuffarti in acqua ma”Nel fango“.

READ  Paul El-Kharrat rivela l'importo che riceve nel film "Les Grosses Têtes": "paghetta" | televisione