Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Verso lo sviluppo di un piano strategico nazionale multisettoriale

Il ministro della Salute e della protezione sociale, Khaled Ait Taleb, ha dichiarato lunedì a Rabat che il suo ministero è sulla buona strada per sviluppare un piano strategico nazionale multisettoriale per la salute mentale.

Ait Talib ha spiegato, in risposta a una domanda verbale sulla “psichiatria”, che questo piano tiene conto dell’approccio di genere e diritti umani, osservando che il ministero sta anche lavorando allo sviluppo di un progetto di valutazione del sistema di salute mentale con il supporto di l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Nello stesso contesto, il ministro ha indicato che il quadro giuridico per la salute mentale “non è più conforme agli sviluppi della salute mentale e alle indicazioni del Programma nazionale di salute mentale e dell’Organizzazione mondiale della sanità”, rilevando che gli attuali programmi colmano solo una lacuna in questo campo, e assicurare l’adeguato e continuo approvvigionamento di farmaci alle istituzioni, alle emergenze, incrementando annualmente il numero di psichiatri formati, muovendosi verso l’adeguatezza del quadro normativo per la professione psicologica e la riallocazione delle risorse umane specializzate in psichiatria impiegate nelle strutture sanitarie.

Il ministro ha anche annunciato la continuazione della creazione di servizi psichiatrici integrati negli ospedali pubblici, la creazione e l’attrezzatura di 3 ospedali di salute mentale ad Agadir, Kenitra e Beni Mellal, con una capacità di 120 posti letto ciascuno, nonché la ricostruzione dell’ospedale psichiatrico di Berrechid. .

Tuttavia, Ait Taleb ha indicato che il numero di medici specializzati in psichiatria non supera i 121, inclusi 11 medici che hanno assunto i loro servizi nel 2021 e 15 medici nel 2022.