Aprile 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Uscita dalla NATO, “dittatura” ed espulsione degli immigrati… ecco come potrebbe apparire il secondo mandato di Donald Trump

Uscita dalla NATO, “dittatura” ed espulsione degli immigrati… ecco come potrebbe apparire il secondo mandato di Donald Trump

Immaginazione politica. E mentre Donald ha appena ottenuto un’altra vittoria elettorale nella Carolina del Sud nella corsa per la nomina repubblicana, sembra sempre più probabile che assisteremo ad un duello tra Biden e Trump nelle elezioni presidenziali di novembre.

Se il miliardario verrà rieletto, ecco cosa possono aspettarsi gli americani e il mondo.

Considerando le sue dichiarazioni dall’inizio della campagna, possiamo dubitare che Donald Trump andrà oltre rispetto a quanto fatto durante il suo primo mandato. I democratici avvertono che gli Stati Uniti diventeranno uno stato autoritario se il magnate del settore immobiliare verrà rieletto.

Questo è ciò a cui ha risposto la persona durante un programma su Fox News lo scorso dicembre: “La gente mi chiede se ho intenzione di diventare un dittatore? Dico di no, tranne il primo giorno. Voglio chiudere i confini e perforare, perforare, perforare (Capire la trivellazione petrolifera, nota del redattore)“, Ha insistito.

Ma questo non è del tutto vero secondo Project 2025, un piano sviluppato per il Partito Repubblicano dalla Heritage Foundation, un think tank conservatore con sede a Washington. Questo libro di raccomandazioni politiche mira in particolare a ristrutturare il potere esecutivo e a rafforzare i poteri del presidente, come spiegato in dettaglio New York Times.

Pertanto, nell'obiettivo della fotocamera ci sono agenzie indipendenti, come la Federal Trade Commission o la Federal Reserve (Federal Reserve). Saranno sotto il controllo diretto del capo dello Stato. Il progetto è anche alla ricerca di una scappatoia che gli consenta di licenziare decine di migliaia di dipendenti pubblici federali se ostacolano il programma presidenziale. In altre parole, un’epurazione per portare le persone ad un accordo ideologico con il presidente eletto.

READ  Quali paesi hanno imposto la vaccinazione?

“Il progetto del Presidente deve mirare a riorientare radicalmente lo Stato federale, cosa che non accadeva dai tempi del New Deal di Roosevelt”. UN ha detto John McEntee, un ex membro dello staff della Casa Bianca che ha contribuito a sviluppare il “Progetto 2025”. “Rovesceremo lo Stato profondo” Donald Trump aveva già approvato questa tendenza durante una campagna elettorale nel Michigan l’anno scorso.

“Questo progetto per il 2025 consiste essenzialmente nel distorcere la Costituzione degli Stati Uniti e nel dare tutti i poteri al potere esecutivo, il che equivale a creare uno stato autoritario in cui il presidente è un dittatore che comanda all’esercito di attaccare i suoi nemici”, Mary Jay era arrabbiata per questo, Professore presso la School of Public Affairs for Radio-Canada dell'Università del Colorado. Ha inoltre dichiarato di voler porre fine all'indipendenza della magistratura.

Torniamo all’isolazionismo

“L’America prima di tutto” è lo slogan di Trump sul commercio, e lui ha la Cina nel mirino. Il candidato vuole aumentare le tariffe sul commercio estero, soprattutto sugli smartphone. Vorrebbe anche attuare un piano per “eliminare gradualmente tutte le importazioni cinesi di beni essenziali” e stabilire regole che vietino alle società americane di investire in Cina. Tali misure porterebbero a prezzi più alti.

“Chiudere le frontiere” ma anche le espulsioni. Donald Trump ha lasciato intendere che intende firmare un decreto che eliminerà i diritti automatici sul suolo per i figli di immigrati clandestini, in vigore dal primo giorno del suo mandato, se eletto. Secondo il Il New York TimesVuole organizzare la più grande deportazione di immigrati nella storia del Paese.

READ  La guerra in Ucraina: Zelensky arriva alla Casa Bianca, Biden lo accoglie

Anche sul piano politico internazionale Trump chiede il ritiro. Le sue ultime dichiarazioni hanno fatto scalpore in Europa: se la Russia attacca i paesi europei della NATO, gli Stati Uniti non verranno in loro aiuto. Lo ha detto John Bolton, ex consigliere dell'ex presidente degli Stati Uniti POLITICO preso da Trump“Con tutta serietà, l’idea di ritirarsi dalla Nato”. Ciò sarà possibile solo se il Congresso degli Stati Uniti lo accetterà, ma Trump potrebbe effettivamente indebolire la presenza americana all’interno della NATO non avendo un ambasciatore presso la sede dell’organizzazione.

“Moderazione” nell’aborto

una sorpresa. Mentre molti Stati americani hanno inasprito la loro legislazione sull’aborto, sotto gli auspici della Corte Suprema, che Trump ha riformato durante il suo primo mandato, quest’ultima ha recentemente criticato misure molto rigide sull’aborto. IL Il New York Times Ha riferito anche che il candidato aveva confermato in privato ai suoi consiglieri di volere il divieto di aborto per più di sedici settimane, a livello nazionale. Vuole addirittura consentire ancora di più l'aborto, in caso di stupro, incesto o pericolo per la vita della madre. Con grande sgomento di molti “pro-vita”.

16 settimane in più rispetto al termine legale in 22 stati degli Stati Uniti. Quattordici di loro lo vietarono completamente, mentre altri lo ridussero a sei, dodici o addirittura quindici settimane.

Nel novembre 2023 il repubblicano promise “Eliminare i comunisti, i marxisti, i fascisti e i teppisti della sinistra radicale che vivono come insetti nel nostro Paese”. Commenti che hanno portato Biden a paragonarlo ai nazisti. In questo senso, Donald Trump ha annunciato, in un incontro in Iowa nel marzo 2023, il suo desiderio di ridurre il budget federale assegnato alle istituzioni educative che parlano di “teoria critica della razza” o di “follia transgender”, denunciando tentativi di “indottrinamento”. Dai progressisti.

READ  Indignazione in Cina per le immagini di spettatori senza mascherina ai Mondiali

Il clima è più in pericolo che mai

Sebbene l’ex presidente sia uscito dall’Accordo sul clima di Parigi del 2015 nel 2021, la difesa ambientale potrebbe essere ulteriormente trascurata se Trump venisse rieletto. Il Progetto 2025 propone di ignorare gli studi scientifici sulle emissioni di anidride carbonica e di abolire l’agenzia scientifica governativa National Oceanic and Atmospheric Administration.