Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tutto quello che c’è da sapere sul Marocco, il secondo avversario dei diavoli

In termini di risultati, Regragui ha iniziato bene il suo mandato alla guida degli Atlas Lions poiché hanno appena ottenuto una buona vittoria Peperoncino (2-0) legato con Paraguay (0-0). Se ci si può porre qualche domanda sulla solidità difensiva della squadra, queste due partite hanno così confermato, molto lentamente, che il Marocco comincia a diventare difficile da manovrare.

Sul versante delle forze marocchine, ovviamente faremo riferimento a entrambe le parti Mazraoui et al GiudicePotrebbero essere la migliore coppia di terzini del mondo. Poi offensivamente, un uomo come Lui vive Ovviamente, può fare danni con la sua tecnica, il suo colpo rotante e la sua prospettiva. In generale, inoltre, il Marocco viene chiamato “Piccolo Brasile” grazie alla versatilità dei suoi giocatori tecnici, a loro agio con entrambi i piedi e capaci di mimetizzarsi in piccoli spazi.

In termini di punti che potrebbero essere migliorati, potremmo citare la mancanza di un vero marcatore davanti alle gabbie. Perché anche se Youssef En-Nesyri Attualmente ricopre (con una certa finezza) questo ruolo, tuttavia è più un facilitatore del gioco e non necessariamente un marcatore nel senso vivace del termine (14 gol in 49 selezioni).

Sul lato delle cattive notizie, segnaliamo anche l’infezione, nel peggiore dei casi, daAmin HaritE il Ha rotto con l’OM pochi giorni prima della Coppa del Mondo. morte nell’anima sostituito con Anas Zarouryl’ex giocatore dello Charleroi, che ha appena scelto la nazionalità sportiva marocchina… nel migliore dei casi.

READ  Formula 1 | Alpine F1: Todt paragona Alonso a Schumacher nel 1996