Agosto 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Trovato il corpo di un bambino al largo dell’isola greca di Naxos

La guardia costiera ha detto in un rapporto sabato sera che il bambino, di circa tre anni, indossava un ciuccio sospeso da un filo di perle, un bavaglino stampato, abiti marroni e bordeaux e un calzino a righe blu sul piede destro.

Il corpo del bambino doveva essere trasportato al porto del Pireo per l’autopsia. Giovedì sono stati trovati altri quattro corpi, di un uomo, una donna e due ragazze, tre al largo di Naxos e l’altro al largo della vicina isola di Paro. Il 24 dicembre, la Guardia costiera ha recuperato i corpi di 16 migranti – 12 uomini, tre donne e un bambino – e ne ha salvati altri 63 da una nave naufragata nel Mar Egeo vicino all’isola di Paro. Arcipelago delle Cicladi. La nave partì dalla costa occidentale turca, diretta in Italia.

Il 23 dicembre, 11 cadaveri sono stati trovati dopo che una barca con un centinaio di migranti a bordo è affondata, arenata lo stesso giorno nell’isola di Nord Antikythera, nel sud del Peloponneso. La Guardia Costiera ha salvato circa 90 sopravvissuti, tra cui 11 donne e 27 bambini. Il giorno prima, il 22 dicembre, un gommone che trasportava migranti e rifugiati si è capovolto al largo dell’isola di Folegandros, sempre nel sud della Grecia, uccidendo almeno tre persone.

Tredici persone sono state salvate, per lo più iracheni, siriani ed egiziani. L’UNHCR stima che “più di 2.500 persone siano morte o scomparse nel tentativo di attraversare il Mediterraneo o la rotta nordafricana” per raggiungere l’Europa “tra gennaio e novembre 2021”.