Maggio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Non verrà restituito alla sua famiglia adottiva: “Se gli diamo il cane, può essere considerato un crimine”

Non verrà restituito alla sua famiglia adottiva: “Se gli diamo il cane, può essere considerato un crimine”

Venerdì 21 aprile tutto è cambiato per Olivier Lenard: mentre portava a spasso il suo boxer Eros, di un anno e otto mesi, quest’ultimo è scappato, per la terza volta dalla sua adozione un anno fa, riferiscono i nostri colleghi di La Voix du Nord . È dotato solo di un microchip per identificarlo.

Dopo una settimana di ricerche, Olivier ha scoperto che il suo cane era stato portato via dal Kanche Othe Spa Club. Poi va lì per recuperare Eros, ma appena arriva c’è una doccia fredda. “Immediatamente, mi hanno chiarito che non avrebbero restituito il mio Eros. Di profilo i-cad appartiene ancora all’Associazione Terre de Boxer – situata negli Yvelines – da cui l’abbiamo adottato nel marzo 2022.


di video

la ragione ? Quando adottò Eros, Olivier fu obbligato a sterilizzarlo entro tre mesi, affinché la Società potesse procedere al passaggio di proprietà. Un anno dopo, il cane non è ancora stato castrato. “Se restituiamo il cane al signor Lenard, potrebbe essere considerato un crimine”, spiega Tony Mamelin, presidente del pool SPA. Se Olivier ammette di aver trascurato questo obbligo, afferma di voler fare di tutto per riscattare Eros.

L’articolo completo può essere trovato su La Voix du Nord.