Campania Cronaca EVIDENZA Napoli

Terremoto Ischia: continuano le operazioni di salvataggio, ritrovati vivi i due bambini

Due morti e 39 feriti: questo è il bilancio del sisma di magnitudo 4.0, che ha colpito l’isola di Ischia ieri sera.

Stamani si continua a scavare sotto le macerie di Casamicciola. Poco tempo dopo la scossa, i soccorritori avevano già estratto quattro adulti e un neonato, vivi dalla macerie. Non ce l’hanno fatta invece due donne, in più tra i feriti due sarebbero in pericolo di vita, e sono stati ricoverati all’ospedale Cardarelli di Napoli.

Il sisma è stato avvertito poco prima delle 21 di ieri in diverse zone dell’isola, oltre che a Procida e nella costa Flegrea.

Un forte boato, poi il black out e la gente ha iniziato ad urlare ed è corsa in strada . Casamicciola è stato il Comune più colpito dell’isola, con diversi palazzi crollati. Infatti è di pochi minuti fa, l’aggiornamento sul contatto ravvicinato, che i Vigili del Fuoco, hanno avuto con i due bambini di 8 e 11 anni rimasti sotto una delle case crollate. Sono anche riusciti a porgere ai bimbi due bottigliette d’acqua, il maggiore Mattias è stato estratto dalle macerie.

In tutto sono duemila gli sfollati a Casamicciola e altri 600 a Lacco Ameno.

Il numero è stato reso noto dal capo del dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli che oggi ha incontrato i sindaci dell’isola per fare un primo punto della situazione. Al momento viene escluso l’allestimento di tendopoli, per l’accoglienza degli sfollati si confida di far ricorso alle diverse strutture ricettive presenti sull’isola verde. In più non bisogna dimenticarsi dei turisti, l’isola è arrivata a stimare la presenza di circa 250.000 persone, rispetto al suo numero di abitanti di circa 20.000.

Da stamani sono iniziate le partenze dei traghetti per raggiungere la terra ferma.

Il primo traghetto per Pozzuoli è stato preso letteralmente da assalto, chi vuole partire attende sulle panchine del porto, per fuggire il prima possibile dall’incubo che può riprendere forma.

 

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi