Dicembre 1, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Stupro all’Eliseo? Si apre un’inchiesta giudiziaria dopo che il partito che sarebbe potuto andare male se ne va


L’AFP ha appreso venerdì che un’indagine giudiziaria su un caso di “stupro” è stata aperta il 12 luglio dopo le accuse di un soldato dell’Eliseo contro un altro soldato, ponendo quest’ultimo sotto lo status di co-testimone, ha appreso l’AFP venerdì.

Secondo questa fonte, “le indagini sono ancora in corso” e lo “status del militare accusato” il 12 luglio dopo essere stato interrogato davanti al giudice istruttore “in qualità di assistente testimone”, una legge meno penale di quella del accusato.

Nel suo articolo di rivelazione del caso, Liberation ha indicato che i fatti si sarebbero svolti presso la sede del personale dell’Eliseo fissata il 1° luglio, a margine di un partito di partenza di tre collaboratori, e molto tempo dopo la partenza del capo dello Stato. Emmanuel Macron che ha tenuto un discorso in prima serata.

Corrimano

“Un giovane soldato, che in precedenza aveva partecipato alla cerimonia di partenza, sarebbe stato oggetto di violenze sessuali da parte di un uomo, oltre che di un soldato” e di un “sottufficiale”. Il quotidiano afferma che “i due militari sono assegnati a uno staff speciale, lavorano insieme quotidianamente e si conoscono”.

Liberation ha aggiunto che il soldato sarebbe stato depositato “nelle ore successive” a una ringhiera della stazione di polizia dell’Ottavo Distretto.

Come in Liberation, l’Eliseo ha detto all’Afp che non avrebbe “mai” commentato le “questioni legali attuali”, osservando che “non appena le autorità sono state messe a conoscenza dei fatti, si è subito provveduto: ascolto, sostegno, accompagnamento”. La vittima, l’abdicazione immediata, lontano dall’Eliseo, all’imputato».

Il ministero delle Forze Armate ha rifiutato di commentare immediatamente.

READ  Hitler, SpongeBob, Topolino: l'Ue combatte l'epidemia di permessi sanitari fraudolenti