Marzo 3, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sono libero!: americano condannato ingiustamente rilasciato dopo 21 anni | Fatti vari

Sono libero!: americano condannato ingiustamente rilasciato dopo 21 anni |  Fatti vari

Jeff Titus, condannato ingiustamente, ora è un uomo libero. L’americano ha trascorso quasi 21 anni in prigione per il duplice omicidio di due pescatori. Le accuse contro di lui sono state finalmente ritirate la scorsa settimana.

Jeff Titus è stato rilasciato lo scorso febbraio dopo che le autorità hanno ammesso che le informazioni chiave nei file della polizia su un altro sospetto – un serial killer dell’Ohio – non erano state condivise con il suo avvocato.

Risale al 2002 e la sua condanna è stata di conseguenza annullata. Dopo aver esaminato il caso per tre mesi, il procuratore distrettuale della contea di Kalamazoo Jeff Gates ha finalmente stabilito che Jeff Titus non avrebbe dovuto affrontare un nuovo processo. “Questa è la cosa giusta da fare”, ha detto ai giornalisti.

“Sono davvero innocente”, ha commentato Jeff Titus, che ora ha 71 anni. “Puoi interrogarmi, darmi il siero della verità, qualunque cosa tu voglia. Non ho fatto niente… non ho sparato a quelle persone.”

Doug Estes e Jim Bennett furono uccisi a colpi di arma da fuoco vicino alla casa di campagna di Jeff Titus nel 1990. Titus se ne andò: quel giorno stava cacciando cervi a 27 miglia di distanza. Ma le accuse di omicidio sono state mosse contro di lui 12 anni dopo, dopo che una nuova squadra di investigatori ha riaperto il caso.

Il secondo sospettato

L’Innocence Clinic della University of Michigan Law School ha lavorato per anni per ribaltare le condanne di Jeff Titus quando un fascicolo di 30 pagine dell’indagine originale è stato scoperto nell’ufficio dello sceriffo. Un altro sospetto, Thomas Dillon, è menzionato lì. Informazioni non divulgate all’avvocato di Jeff Titus.

READ  'Si comportano come Hitler': la Russia sta attaccando gli Stati Uniti per la guerra in Ucraina

“Non so chi alla fine abbia ucciso Doug Estes e Jim Bennett”, ha detto il procuratore Jeff Getting. “Ma posso affermare con certezza che perseguire il signor Titus sarebbe così contrario alla giustizia fondamentale richiesta dalla nostra Costituzione”.

Un altro sospetto, Thomas Dillon, è morto in prigione nel 2011. È stato arrestato nel 1993 e alla fine si è dichiarato colpevole degli omicidi di cinque persone in Ohio che stavano cacciando, pescando o facendo jogging, tra il 1989 e il 1992.

Jeff Titus abbraccia il suo avvocato, Marie Chartier, dopo aver appreso che non dovrà affrontare un secondo processo per omicidio. © AP / Dipartimento penitenziario del Michigan

Leggi anche

Liberati grazie al Belgio tre europei detenuti in Iran: “Oggi capiamo l’iniziativa del governo”