Aprile 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Situazioni di emergenza in time out, cambio di direzione in sala operatoria, ansia degli operatori in una clinica privata

Situazioni di emergenza in time out, cambio di direzione in sala operatoria, ansia degli operatori in una clinica privata

Nel Tarn, i medici della Clinica Claude Bernard sono molto preoccupati per la situazione nel loro istituto. Il pronto soccorso ha tempo in prestito e alcune operazioni verranno ora bloccate perché non sufficientemente redditizie. Il management discute di nuovi modi di lavorare.

La Clinica Claude Bernard ha difficoltà? Il pronto soccorso è Si prevedono ritardi e cambiamenti in sala operatoria. Il management discute di nuovi modi di lavorare

Ci sono riunioni di cui possiamo fare a meno. Il dottor Mark Fresco ne ha pagato il prezzo. Questo chirurgo plastico, che lavora presso la Clinica Claude Bernard, ha incontrato recentemente il direttore del Gruppo Elsan, proprietario dell'istituto. L'incontro non è andato bene.

“Mi ha spiegato che ci sarebbe stato uno tsunami, ha detto la parola tsunami, e che all’interno della clinica sarebbe cambiato tutto”.dice Marco Fresco. “Per quanto mi riguarda non potrò più praticare l'anestesia locale in sala operatoria, come faccio da 30 anni. Per quanto riguarda i pazienti, quello era il mio problema.”

Al chirurgo plastico è stato addirittura detto che gli interventi in anestesia locale non sarebbero stati abbastanza redditizi. L’obiettivo sarà puramente economico? La direzione preferisce parlare di emendamenti.

“Vogliamo adattare le organizzazioni per liberare le trasformazioni all’interno della sala operatoria e sviluppare altre attività”.spiega Sandrine Junquin, direttrice della Clinica Claude Bernard. “Certo, mettiamo in discussione alcune abitudini, ma oggi è fondamentale che il paziente giusto sia al posto giusto”.

Un'altra lamentela: d'ora in poi non verranno eseguiti interventi chirurgici importanti il ​​venerdì: “Vogliono che la clinica sia deserta nei fine settimana per ridurre il personale”. dice il dottor Fresco. “Ovviamente ciò comporta operazioni più pesanti il ​​venerdì.”

La situazione che preoccupa il Consiglio dell’Ordine: “Emergenze che possono finire, unità che cambia direzione anche se si capisce che bisogna rivedere i costi”ammette Etienne Moulin, presidente del consiglio dell'Ordine dei medici del Tarn. “Ma nel dialogo, non così veloce.”

Per quanto riguarda le situazioni di emergenza, l'amministrazione si dice determinata a continuare il servizio dopo il 31 marzo, senza ulteriori dettagli.

READ  colloquio. "Il 3% dei fenomeni meteorologici studiati da Jiban sono inspiegabili", secondo il suo direttore