Attualità EVIDENZA Salerno

Sisma, Protezione Civile, sono 73 le vittime. Non precisato il numero dei dispersi. 100 i feriti.

53 morti in provincia di Rieti, 20 nelle Marche. Questo è il dato delle 16:00 riportato nel corso della conferenza stampa del Dipartimento Nazionale Protezione Civile presso la Presidente del Consiglio dei Ministri. Oltre un centinaio i feriti, mentre non è possibile dare un numero certo dei dispersi.

“Per ora abbiamo coperto tutti i territori interessati anche per rispondere a tutte le criticità specifiche come ad esempio tende per trascorrere le prossime notti”. Oltre dunque al bilancio macabro delle morti, il Dipartimento per bocca della responsabile emergenze, Titti Postiglioni, fa sapere di essersi mosso per tempo per le prossime ore ed anche “per i Comuni non direttamente interessati al sisma”. Inoltre, oltre agli uomini e donne ora presenti tra Rieti ed Ascolti Piceno “sono sul posto anche unità ricerca e soccorso ed unità cinofile, ma molte altre stanno arrivando, da molte Regioni d’Italia per il recupero dei dispersi, in particolare a Amatrice ed Aquata.

In arrivo varie colonne mobili dalle principali Regioni italiane

Oltre alla Regione Lazio, in arrivo le “colonne mobili” della Regione Friuli Venezia Giulia, del Molise, dell’ Emilia – Romagna e della Toscana. Ogni colonna mobile da assistenza a 250 persone. Presenti anche i mezzi delle maggiori associazioni di volontariato come ANPAS e MISERICORDIE.

Attivato il numero per donare qualche euro 45500

La Protezione Civile Nazionale ha attivato, dalle ore 15:00, un numero per SMS e telefonate solidali 45500 a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto che ha interessato stanotte il centro Italia. Grazie agli operatori Tim, Vodafone, Tre, Fastweb, Coopvoce, Wind e Infostrada, è possibile donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa al 45500. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della Protezione Civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma.

Nel corso della conferenza stampa il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è impegnato su tutto il fronte con 700 uomini che saranno rinforzati da ulteriori 60 unità entro la fine della giornata. Anche in questo caso, punti di riferimento: Amatrice ed Accumoli quindi Arquata del Tronto e Pescara del Tronto.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi