Maggio 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Se parlassi oggi sarebbe fuoco”: litigio tra Mohamed Salah e Jurgen Klopp a metà partita

Il Liverpool ha quasi salutato il titolo della Premier League inglese sprecando nuovamente punti, sabato, contro il West Ham (2-2), in una prestazione deludente che lascia la strada aperta ad Arsenal e Manchester City tre settimane prima del fischio finale.

I Reds soffrono il declino nel momento peggiore: due pareggi e due sconfitte nelle ultime cinque partite del torneo ne hanno spezzato lo slancio e sepolto il sogno del titolo.

Premier League: Con il West Ham ancora in campo, il Liverpool vede le proprie speranze di titolo diminuire in modo significativo

Il titolo appare irraggiungibile per l'attuale terzo giocatore del torneo con 75 punti dietro Arsenal (1°, 77 punti) e Manchester City (2°, 76 punti) che hanno rispettivamente una e due partite in più da giocare.

I Gunners giocheranno il derby del nord di Londra al Tottenham e domenica i Citizens andranno al Nottingham Forest, sperando di tenere un po' a bada Jurgen Klopp e la sua banda.

Il tecnico tedesco ha visto la sua squadra disintegrarsi ad aprile, tra l'eliminazione dall'Europa League, due sconfitte nella Premier League inglese contro squadre alla sua portata (Crystal Palace ed Everton) e i pareggi contro Manchester United e West Ham.

Una squadra sotto pressione

A queste preoccupazioni sportive si è aggiunto sabato un litigio pubblico, a bordo campo, con il suo attaccante di punta, Mohamed Salah, apparso arrabbiato e quasi minaccioso prima di entrare in partita nel secondo tempo.

Klopp ha parlato di un incidente chiuso nella conferenza post partita, ma il suo tentativo di sminamento è fallito quando Salah ha gridato davanti ai giornalisti nella zona mista: “Prenderai fuoco oggi se parli”.

READ  Remco Evenepoel conferma che non andrà a Ineos: "Se possiamo migliorare alcune cose, possiamo essere rapidamente al livello di Jumbo-Visma e degli Emirati Arabi Uniti"

In campo la sua squadra ha mostrato due volti diventati familiari in questa seconda parte di stagione: una difesa troppo lassista, soprattutto sui calci piazzati, e un attacco energico ma spesso maldestro.

Il West Ham ne approfitta dopo un rapido calcio d'angolo grazie ad uno splendido colpo di testa di Jarrod Bowen (43esimo, 1-0), il suo 16esimo gol stagionale nella Premier League inglese.

Ma la forza del Liverpool sta nella sua capacità di risposta, che gli ha permesso di pareggiare con un tiro opaco di Andy Robertson (48, 1-1), per poi passare in vantaggio con un tiro deviato di due difensori di Cody Jacobo e poi di Alphonse Areola. (65, 1-2).

Fumata bianca a Liverpool: i Reds hanno un accordo verbale con il club per quanto riguarda il nuovo allenatore

Poi il portiere francese, reduce da un infortunio e protagonista per la prima volta dopo un mese, ha raddoppiato gli interventi decisivi, prima di segnare il gol del pareggio firmato Michail Antonio (77, 2-2).

Adesso il Liverpool attende le scosse contro Tottenham e Aston Villa, prima della finale casalinga contro il Wolverhampton.