Giugno 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Questo ristorante di Bruxelles è stato votato come il più sostenibile del Belgio da Gault & Millau

Questo ristorante di Bruxelles è stato votato come il più sostenibile del Belgio da Gault & Millau

Gault & Millau ha appena emesso il suo verdetto al termine della sesta edizione del concorso “Innovatori culinari” tenutasi lunedì 8 maggio presso la Verbeke Foundation di Kemzeke. In totale, più di 100 aziende, persone e organizzazioni innovative sono state selezionate per ricevere numerosi premi che evidenziano innovazione, sostenibilità, idee intelligenti e scelte audaci in cucina.

Otto vincitori sono stati infine eletti tra i candidati, in sette diverse categorie. La prima categoria, quella dei ristoranti più sostenibili, premia l’indirizzo di Bruxelles recentemente arrivato nella capitale, che abbiamo appena testato per voi: entropia. dietro il concetto? Elliott van de Velde e Adeline Barras.

Altre novità alimentari nel video:

L’entropia, ovvero l’intensa esperienza gastronomica

I nostri esperti di cibo Carlo De Pascal e Florence Hainaut hanno elogiato questo indirizzo del centro quasi due settimane fa in un articolo esagerato quanto una domanda.“Un’intensa esperienza culinaria raffinata” o anche “La terza dimensione, dove le cose si muovono”. nel programma? Un luogo audace poiché tuffati in un’antica casa del XVIII secolo, nel vivace quartiere di Saint-Géry. Un piccolo gioiello architettonico dall’arredo sobrio e allo stato grezzo dove assaporare una cucina vegetariana al 90%, fa parte del DNA della maison. “Tra la fermentazione lattogena e la cottura e la tostatura, tutti i nostri recettori sensoriali sono stati scossi”.Salutiamo Carlo e Florence.

nella lista? 6 porzioni a 85€, precedute da stuzzichini che fanno “boom”. Cipolle e quinoa, poi capesante e cavolo fermentato al latticello. Con tempismo e ritmicità fino alla rimozione uniforme, i piatti si susseguono, attirando le papille gustative in tonalità e colore. Nell’elenco non esaustivo citeremo la “Tartlet” con funghi Cureghem, la trota, sempre di Anderlecht, ma dell’allevamento BIGH condita con la salsa “Garum” made in Entropy. Non c’è bisogno di dirti tutto sul menu, poiché cambia regolarmente. Nei calici ci lasciamo guidare da vini naturali, a un prezzo senza eccessi senza sbandamenti, e azzardiamo un abbinamento con il sakè Katori i cui aromi di fermentazione si sposano perfettamente con il piatto. Tutto “In un’atmosfera rilassata che ricorda una sessione di shiatsu”Carlo si fida.

READ  "Mi hai pensato per un momento?" : Cécile de Ménibus reagisce a un video scoperto dai critici di Cauet

l’indirizzo? Entropy, Place Saint-Géry 22, 1000 Bruxelles

Belgio, punto di riferimento per concetti culinari innovativi

“Ovviamente questo tavolo ci ricorda che Bruxelles è una delle capitali europee del fine dining, anche della vera innovazione culinaria. Abbiamo nella nostra capitale, e in tutto il Belgio, una densità di ristoranti creativi e smart che non smette mai di crescere”.Conclude. Ed è quello che cercano di dimostrare i “Culinary Innovators” di Gault & Millau. Entropia vince il ‘Sustainability Award’ perché è a “Un ristorante sociale e un progetto che si distingue per il suo approccio olistico, anche sociale e circolare. Cucina del territorio senza sprechi alimentari, utilizzo ottimale delle risorse disponibili, condivisione e donazione a chi ne ha bisogno”spiega la famosa guida.

Ma gli altri sette vincitori dimostrano che l’era post-sanitaria è un momento in cui molti aspetti dell’ospitalità stanno cambiando più velocemente e in modo più positivo che mai. Pastati & Aarova, vincitore del “Premio sociale”, dimostra che la crisi sanitaria e la situazione economica hanno rafforzato gli aspetti umani e sociali dell’Horeca e della sua gastronomia. NorthSeaChefs e Revi Fumets così come Koji Enterprises Garums – entrambi vincitori del premio “prodotti alimentari” – introducono nuovi prodotti che combinano sostenibilità e innovazione dando priorità al gusto. Sam D’Huyvetter (“Digital and Social Media Award”) dimostra che la creatività sui social media non solo stimola l’esposizione, ma anche la crescita complessiva di uno chef o di un ristorante. Se Bart De Pooter viene eletto Imprenditore dell’anno è perché riesce a coniugare tutti questi aspetti dimostrando “Imprenditorialità, perseveranza, visione e audacia”.

Elenco completo dei vincitori:

1. Premio Sostenibilità: Entropy
2. Premio per prodotti alimentari: North SeaChefs & Revi Fumets
3. Premio per prodotti alimentari: Koji Enterprises Garums
4. Premio sociale: Build & Aarova
5. Premio per la filosofia del ristorante: Hors-Champs
6. Premio Digital e Social Media: Sam D’Huyvetter
7. Premio Enterprise: mangia domani
8. Imprenditore dell’anno: Bart D. Pooter

READ  Ha ucciso e mangiato un collega a Parigi: il "cannibale" è morto

Per saperne di più, visita innovatori culinari gaultmillau.be

Non perdere nessuna notizia sullo stile di vita su sosoir.lesoir.be e iscriviti ora alle nostre newsletter tematiche facendo clic qui.