Febbraio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Questo panettiere vuole potenziare il suo contatore elettrico per far funzionare le sue macchine: Materie prime annuncia una “fattura da 100mila euro”

Questo panettiere vuole potenziare il suo contatore elettrico per far funzionare le sue macchine: Materie prime annuncia una “fattura da 100mila euro”

Olivier, panettiere di Brienne-le-Comte, si annoia da quando ha aperto il suo negozio lo scorso novembre. La fornitura di energia elettrica non è sufficiente. Il commerciante ha presentato una richiesta a Oris per rafforzare il contatore elettrico. Problema: Il gestore della rete sottolinea che Prenois deve finanziare personalmente i lavori, perché la sua organizzazione si trova “fuori dalla zona residenziale”. Spiegazioni.

La panetteria di Olivier è nuova di zecca, ma al momento alcune delle sue attrezzature sono ancora fuori servizio. Dopo aver inaugurato il suo progetto il 18 novembre 2023, l'artigiano si è reso conto che la fornitura di energia elettrica non era sufficiente. Ad esempio, la macchina per la lievitazione naturale non è ancora stata utilizzata.

Installato lungo la Chaussée de Bruxelles a Braine-le-Comte, Olivier si è rivolto a Ores, il gestore della rete, con l'obiettivo di aumentare la potenza del contatore elettrico. Ma il suo caso è più complicato di quanto immaginasse.

“Ho comprato dieci buone macchine (forni, lavastoviglie, affettatrice per il pane, impastatrici) per aprire il mio negozio. Ciò rappresenta un investimento di 150.000 euro. Abbiamo dovuto prendere accordi in anticipo per ordinarle, ma poi ci siamo accorti della mancanza di energia. “Non lo avremmo saputo prima.”Lui dice. “Ora, ad esempio, la macchina per la lievitazione naturale è ferma, perché non abbiamo l’energia per farla funzionare”. Specifica.

Qualche mese prima dell'apertura della panetteria, Olivier racconta di aver mosso i primi passi per rinforzare il bancone.

«Ho presentato a Oris una richiesta per potenziare il contatore all'inizio di giugno 2023. La pratica all'inizio è stata lunga, poi con l'apertura del negozio il 18 novembre abbiamo noleggiato un generatore elettrico per fornire l'energia elettrica necessaria al panificio. ” (Ma questo contributo non è sufficiente per far funzionare tutte le macchine)Annunciare.

READ  Ethereum 2.0 è dietro l'angolo: Kintsugi Testnet è stato pubblicato

Edizione per abbonati digitali

All’inizio di dicembre 2023, un ispettore di Oris ha visitato il sito prima di presentare il suo rapporto qualche settimana dopo. “Agli inizi di gennaio, Ho ricevuto risposta che è possibile rinforzare il contatore, ma non possono eseguire i lavori perché siamo in una zona non abitabile. I minerali non possono fornire elettricità a loro spese. Il costo dei lavori è stimato tra i 100 ei 110mila euro, affinché il panificio possa funzionare a pieno regime grazie alla rete elettrica.

Il fornaio considera questa situazione “anomala”, perché il suo lavoro cade su un asse principale. “È scioccante. C'è traffico, le case sono intorno e siamo a 500 metri dai supermercati da cui arriva la corrente elettrica. Non vedo perché dovremmo pagare il lavoro quando è un servizio fornito da Oris. Pagare il panificio lavorare è per strada.” Strada, ok, ma devo pagare per scavare e portare il cavo a 500 metri di distanza. Lo trovo ridicolo. Non sono in mezzo ai campi né in mezzo alle montagne. Io no “Non l'ho fatto” “Non mi aspettavo di pagare così tanto e non sapevo che fosse una zona inabitabile.” Conferma.

Se noleggiare un generatore permette di sopperire parzialmente alla mancanza di energia elettrica, questa soluzione è solo temporanea.

“Potremmo lavorare con il generatore come facciamo adesso, ma ci costa denaro ogni mese. Consuma tra i 400 e i 550 litri di olio combustibile a settimana. Il generatore funziona tra le 12 e le 14 ore al giorno. Poco più di 2.500 euro di gasolio al mese, più affitto. Il set costa 1.600 euro.Lui spiega. “Abbiamo bisogno di 380 volt per far funzionare tutte le macchine e al momento stiamo lavorando con 220 volt.”

READ  Fai attenzione se hai acquistato di recente questo prodotto che viene venduto in tutti i principali supermercati in Belgio!
Edizione per abbonati digitaliEdizione per abbonati digitali

Edizione per abbonati digitaliEdizione per abbonati digitali

Per difendere la lettera inviata a Olivier, Orris fa riferimento ad un decreto del governo vallone che lo afferma “(…) La responsabilità per estensioni e/o potenziamenti delle reti di distribuzione installate al di fuori delle aree residenziali, delle aree rurali o delle espansioni residenziali è a carico del richiedente (…).”

Il portavoce di Ores, Frederic Bogaerts, aggiunge che il gestore della rete “Si rammarica di non aver potuto soddisfare le aspettative di questo panettiere. Ci sembra tuttavia importante ricordare che questa misura, adottata dal legislatore, è intesa ad evitare i costi associati all'espansione/rafforzamento della rete oltre le aree in cui il gestore della rete non possiamo sostenere l’edilizia abitativa/edilizia rurale senza che gli venga chiesto di spostarli in qualche modo nella comunità attraverso maggiori tassi di distribuzione”.

Da parte sua, la Commissione vallone per l'energia (CWaPE) spiega che il panettiere non ha richiesto un preventivo in questa fase.

“Pertanto nessun importo ci è stato confermato da ORES. È quindi difficile determinarne l'importo, soprattutto perché in caso di controversia, il nostro servizio di mediazione potrebbe dover esaminare dettagliatamente la pratica secondo le procedure prescritte dalla legge dopo aver ottenuto l'udienza di tutte le parti, e infatti risulta che l'estensione della rete necessaria per l'energia necessaria richiedeva il passaggio a 400 volt, ed era responsabilità di questo signore, perché l'ubicazione sarebbe all'estremità della rete in una zona agricola, non una zona residenziale”. afferma Stephane Rainier, presidente di CWaPE.

“Se ubicati in zona residenziale, il potenziamento a 400V sarà curato dal gestore della rete, possiamo comunque, sulla base di un preventivo, verificare la pertinenza della soluzione proposta e l'esistenza di eventuali alternative più finanziariamente ragionevole”. Consiglio a questa persona di richiedere un preventivo e, se necessario, di contattare CWaPE in caso di controversia o domanda.” Consigliato da Stephane Rainier.

READ  Valori USA da tenere d'occhio a Wall Street (aggiornato) - 12/03/2021 alle 13:42

Vengono inoltre pubblicate e approvate le diverse tariffe applicate dal gestore della rete. (Per saperne di più). Il compito di CWaPE è verificare se è stato applicato correttamente. Ci sono prezzi per scavare la trincea, posare il cavo, posizionare la cabina, ecc. (Ecco il listino prezzi).

“Anche se non c'è una stima nel file specifico che ti è stato fornito, penso che sia una potenza di connessione abbastanza grande. Penso che sia più di 56 kVA. Quindi, in questo caso, poiché la potenza è importante e che 'siamo a la fine della rete “In una zona agricola è importante che il gestore della rete garantisca che questo collegamento non provochi cadute di tensione.”“, spiega Stéphane Rainier. “Devono verificare se è necessario, ad esempio, installare una nuova cabina. E se è necessario tracciare una nuova linea di media tensione… Esistono alternative tecniche. Ce ne sono alcune più o meno costose , ed è qui che il servizio di mediazione, nell'ambito del reclamo, verifica se la soluzione proposta è adeguata e se è stato preso in considerazione l'interesse economico e tecnico del richiedente. conclude il Presidente del CWaPE.