Settembre 25, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Questa è la supernova più potente mai osservata ai raggi X

Nel 2018, gli astronomi hanno osservato la prima esplosione di supernova di una nuova classe chiamata “la mucca”. Oggi, un team riferisce della scoperta delle notizie su queste incredibili eruzioni. Il più luminoso si osserva ai raggi X.

Sarai anche interessato


[EN VIDÉO] La nebulosa del granchio: rivivi l’esplosione della supernova
Qui, riprodotta, l’esplosione della supernova avvenuta nel 1054 nella costellazione del Toro. I terrestri a quel tempo assistettero a una nuova stella che brillava giorno e notte per diversi mesi. Oggi, i suoi resti, soprannominati la Nebulosa del Granchio, continuano ad espandersi. Lo vediamo qui con cinque grandi strumenti, operanti a diverse lunghezze d’onda, in pseudo-colori.

Fino ad allora, il Scienziati di astronomia Mai visti più di quattro. Hanno appena messo le mani su un quinto di questa nuova classe di starburst che hanno chiamato “la mucca” – comprendere ” il una mucca ». Le esplosioni sono evidenti, perché sono più luminose – e più brevi – di quelle in Supernove classiche. E questo – chiamato AT2020mrf – ha un’altra particolarità: non è stato rilevato in fantasma Dal visibile, ma grazie all’effetto episodioin un Raggi X.

dopo analisi dei datiPiuttosto, si è scoperto che l’AT2020mrf emette 200 volte più raggi X dell’AT2018, che è la prima esplosione del suo genere. “la mucca” Scoperto nel 2018. Inaudito. “Ho rianalizzato più volte perché non ci potevo credere”, così che Yuha, Yao, ricercatore presso la Caltech University (USA), in a comunicazione.

Il “motore attivo” dietro lo starburst

Ricorda che quando a stella enorme Esplodi, lasciati alle spalle, a Buco nero Sii uno stella neutroni. I resti di stelle sono generalmente relativamente inattivi. Ma secondo i ricercatori, gli eventi “la mucca” Dovresti nasconderti come un motore centrale Che alimenta raggi X intensi e continui. “Probabilmente ha qualcosa a che fare con il tipo di stella ancestrale.”Yuha Yao suggerisce.

READ  GRID Legends: storia, informazioni e trailer!

grande quantità dienergia La radiografia del torace e del contrasto rapido vista nell’AT2020mrf fornisce prove Solido che la natura di questo motore centrale Forse Un buco nero molto attivo. O una stella di neutroni a rotazione rapida che gli astronomi chiamano a magnetico. Ma per capire perché a motore centrale Come attivista, sarà sicuramente necessario che i ricercatori studino ulteriormente queste eruzioni. Perché questa classe di Supernova “la mucca” Sembra che voglia diventare più vario di quanto immaginassero gli astronomi.

Gli astronomi hanno scoperto una nuova classe di esplosioni cosmiche

Nel 2018 l’a veloce Molto luminoso, a 200 milioni di anni luce da via Lattea astronomi sconcertati. Un fenomeno fugace che sembrava isolato. Ma i ricercatori hanno appena identificato due specie simili. Abbastanza per formare una nuova classe di esplosioni cosmiche.

Articolo da Natalie Mayer Inserito il 28/05/2020

La storia inizia nel giugno 2018, quando gli astronomi hanno assistito a un’incredibile esplosione cosmica a circa 200 milioni di anni luce dalla Via Lattea. Si chiamava AT2018 e presto fu chiamato “la mucca” – “Mucca” – questo strano fenomeno transitorio è osservato sia dalla Terra che dallo spazio. È molto più luminoso di una supernova. E la curva di luce si sviluppa in modo diverso. mistero.

Da allora, gli astronomi hanno scoperto due fenomeni transitori simili. Il primo, osservato anche nel 2018, è avvenuto a circa 3,4 miliardi di anni luce di distanza. chiamato “koala” – e più scientificamente, ZTF18abvkwla. suscettibile Radio Sembra forte come un file Esplosione gamma.

Ci sono voluti due anni per scoprirlo.

Il secondo fenomeno transitorio simile a “la mucca” Sono stato sorpreso alcuni anni fa, nel 2016, a galassia A circa 500 milioni di anni luce di distanza, lo chiamano i ricercatori CSS161010. “Era così insolito che ci sono voluti due anni per scoprirlo”, afferma Raffaella Margotti, ricercatrice universitaria Nord Ovest, in uno affermazione Osservatorio Nazionale di Radioastronomia (NRAO, USA). Ho già spinto nello spazio l’importo “inaspettato” di gas e particelle in oltre il 55% del velocità della luce.

READ  Ponds of Ruby Core: Dragonflight Dungeon - World of Warcraft

Gli astronomi conoscono i fenomeni in grado di espellere materia a velocità prossime a quella della luce. Lampi di raggi gamma e collisioni di stelle di neutroni. Ma ancora in quantità molto piccole. Nell’ordine di uno su un milione di Collettivoil Soleil . “Qui stiamo parlando dall’1 al 10% della massa del nostro Sole”osserva Deanne Copejans, ricercatrice dell’università Nord Ovest, in uno comunicazione. L’evidenza, secondo i ricercatori, è che abbiamo a che fare qui con una nuova classe diesplosioni cosmiche battezzato passante veloce di luce blu (FBOT) – “fenomeno ottico blu transitorio” Per spiegare la velocità del fenomeno, pochi giorni, e il suo picco luminosità controlla nel dominio lunghezze d’onda blu.

Stelle di fine vita nelle galassie nane

Gli astronomi ritengono che al punto di partenza degli FBOT ci sia un file Una grande stella alla fine della vita. Ricorda che l’esplosione di una supernova crollo Il nucleo produce un’onda sferica di materia che si propaga nello spazio. Se si forma un disco di materia attorno alla stella di neutroni o al buco nero che è nato dall’esplosione… “Ingrediente principale” Spingendo stretti getti di materiale quasi alla velocità della luce, dicono i ricercatori, potrebbe essere che questi getti stiano causando ciò che gli astronomi chiamano sussultare Gamma. I ricercatori stanno parlando di questo disco e di questi soffi di materia ” motore “.

E gli FBOT sembrano avere un tale ” motore “. Ma è composto da MaterialeSpesso, la stella l’ha persa prima che esplodesse. Forse per via di una ragazza Binario. Pertanto, quando l’onda d’urto colpisce questo materiale, la luminosità del fenomeno raggiunge il suo picco. Lo stesso vale per la trasmissione in campo radio.

READ  De l'audio lossless e Bluetooth, dès cette année

Gli astronomi ritengono che le stelle all’origine di questo nuovo tipo di esplosione cosmica siano diverse da quelle che producono lampi di raggi gamma. Poiché i tre fenomeni di questo tipo finora osservati sono localizzati in galassie naine Immaginano che siano queste galassie nane a consentire questo tipo di evoluzione stellare. Le stelle sono povere di elementi diversi daidrogeno e ilelioCome si trova in questo tipo di galassia, perde meno materia durante la sua vita. Quindi è probabile che producano esplosioni più massicce quando hai finito.

I ricercatori avvertono anche che questo fenomeno potrebbe derivare da stelle distrutte da costellazioni nere di medie dimensioni. Per essere sicuro, dovrai tenere d’occhio alcuni FBOT.

Questo fenomeno non sarà così raro. Gli astronomi ritengono che altri FBOT siano in agguato nei loro dati. “Siamo stati in grado di identificarli come qualcosa di diverso, una supernova piuttosto strana, ma dato che avevamo solo osservazioni a bassa frequenza e nel campo dell’ottica…”Lo dice Raffaella Margotti in un comunicato dell’università Nord Ovest. In effetti, l’aspetto transitorio del fenomeno richiede osservazioni ad alta velocità che spaziano su vaste distese di cielo. E se il campo dell’ottica può fornire informazioni sulle particelle in movimento “lentamente” A circa 10.000 km/s è necessario utilizzare i raggi X o le onde radio nella speranza di formare un quadro più completo di questi potenti esplosioni.

Interessato a quello che hai appena letto?