Luglio 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Prossime destinazioni dell’India

Prossime destinazioni dell’India

Negli ultimi giorni, l’India ha fatto notizia grazie ai suoi straordinari risultati tecnologici, essendo diventata il quarto paese a sbarcare sulla luna dopo gli Stati Uniti, l’ex Unione Sovietica e la Cina. Prima dell’Europa. Questo successo mette in dubbio le future ambizioni dell’India nel campo dell’esplorazione. Vi raccontiamo quello che sappiamo in poche righe.

Questo interesserà anche te

[EN VIDÉO] Come si è spostato il polo sud della Luna nel tempo? I poli nord e sud della Luna non sono sempre esistiti…

Due settimane dopo lo sbarco di Chandrayaan-3 sulla Luna, il 23 agosto, la missione è stata messa in modalità standby per quindici giorni, che corrispondono alla durata della notte lunare in situ. Sebbene non esista una progettazione specifica per resistere al freddo estremo della notte lunare, con temperature che scendono fino a -190 gradi Celsius, le possibilità di sopravvivenza per il lander e il rover sono basse, anche se i responsabili del programma sperano che i due veicoli spaziali possano ripartire alle Per prima cosa, la riscoperta della luce del sole.

Dal punto di vista scientifico, la missione Chandrayaan-3 è da considerarsi modesta per il suo contributo alla conoscenza della Luna, tuttavia ha rivelato dati interessanti, primo fra tutti la presenza di solfuro, ossigeno e titanio sulla superficie di questa Luna. regione lunare. Inoltre, le temperature sono più elevate di quanto previsto dagli scienziati.

Meglio dell’Europa

anziÈ opportuno rendere omaggio all’abilità tecnologica della navicella spaziale Chandrayaan-3, che è atterrata con successo sul sito prescelto, rendendo l’India il quarto paese, dopo l’ex Unione Sovietica, gli Stati Uniti e la Cina – e prima degli europei – ad atterrare con successo la luna. Attraverso questa missione, l’India ha dimostrato la propria esperienza e dove può migliorare per aumentare l’autosufficienza. Da notare che la NASA e l’Agenzia spaziale europea hanno fornito supporto logistico alla missione, dal lancio all’atterraggio, grazie alle antenne delle loro reti nello spazio profondo.

READ  Nuova funzione Spotify che farà prendere dal panico gli utenti [VIDÉO]

Questo successo arriva dopo il fallimento della missione russa Luna-25, che si è scontrata con la superficie della Luna il 19 agosto, e quasi quattro anni dopo il fallimento dello sbarco sulla Luna della missione precedente, Chandrayaan-2. Non sorprende che questo successo metta in dubbio le sue ambizioni Agenzia spaziale indiana (ISRO) In termini di perseguimento delle sue ambizioni lunari, inclusa la possibilità di inviare la missione Chandrayaan-4.

Sole, Venere, Luna e Marte

Quando si tratta dei futuri obiettivi spaziali dell’India, è chiaro che Chandrayaan-3 non segna la fine delle sue ambizioni lunari. L’ISRO ha recentemente annunciato la sua intenzione di guardare verso Venere, il Sole e di nuovo verso Marte dopo aver orbitato attorno a Mangalyan nel 2013. Per quanto riguarda la Luna, l’India ha diversi progetti ambiziosi tra cui la missione Lupex.Missione di esplorazione del polo lunare) prevede di atterrare in Antartide nei prossimi tre o quattro anni. Questa missione viene effettuata in collaborazione con il Giappone, che fornirà un rover. I progetti allo studio, con tempistiche altamente incerte, includono una missione di ritorno di campioni e una missione focalizzata sull’elio-3.

Missioni con equipaggio sulla Luna

Infine, l’India, in quanto firmataria degli accordi Artemis con la NASA, mostra grandi ambizioni nel programma Artemis, che mira a costruire una base in Antartide e sostenere una presenza umana permanente sulla Luna. In questo contesto, l’India può fornire elementi infrastrutturali e inviare i propri astronauti a rimanere sulla Luna. Il volo dalla Terra al Gateway sarà effettuato a bordo della navicella spaziale Gaganyaan, sviluppata in India, che dovrebbe effettuare la prima circumnavigazione umana della Terra nel 2025.

READ  La realtà virtuale non è stata un successo nel 2022