Luglio 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Quali tipologie di vino scegliere per non farveli scappare durante le feste? I nostri consigli!

Quali tipologie di vino scegliere per non farveli scappare durante le feste?  I nostri consigli!

Per gustare appieno il vino è importante conoscere alcune regole generali riguardanti le temperature di servizio. Per ottenere un lussuoso colore rosso tannico, la temperatura ideale è compresa tra 16 e 18 gradi. Le varietà rosse pregiate vengono servite ad una temperatura compresa tra 14 e 16 gradi, mentre i rossi giovani vengono serviti ad una temperatura compresa tra 12 e 14 gradi. E i bianchi? La temperatura di servizio ideale per i vini bianchi dolci o dolci è compresa tra 10 e 13 gradi. I vini bianchi secchi e più vivaci, come l'Alsazia o la Côtes de Gascony, dovrebbero essere serviti tra gli 8 e i 10°C, mentre i vini più rotondi e morbidi come il Giura o la Borgogna tra i 10 ei 13°C.

Per un abbinamento cibo-vino di successo seguite i consigli di Simon Berard.

Come riconoscere il buon vino? Una guida pratica alle bevande invernali

Quale vino bere con il formaggio?

La teoria è che ogni famiglia di formaggi ha il proprio vino. In molti casi, questo vino è bianco. Sceglieremo il Sauvignon con il formaggio di capra, lo Chardonnay con i formaggi molli, il Viognier con la crosta fiorita… Tuttavia, quando un cliente viene a trovarci, spesso gli viene presentato un piatto contenente 4 o 5 tipi di formaggi diversi. Non gli era mai venuto in mente di avere 4 o 5 vini diversi. Sarà anche un po' noioso a tavola… quindi troveremo un vino che sarà il miglior compromesso possibile. Questo vino è rosso! Perché serve un vino che unisca fruttato, acidità, rotondità e tannini. Ci rendiamo presto conto che il vino perfetto non esiste. Raccomandiamo quindi, per esperienza, Carménère dal Cile. All'assaggio questo vitigno si colloca a metà strada tra il Merlot (più rotondo) e il Cabernet Sauvignon (più strutturato). Sceglieremo Reserva che trascorrerà un po' di tempo in botti per aggiungere aromi setosi e concentrati.

READ  Presidente 2022: des milliers de manifestants marchent "pour le futur"

Quale manage-t-on nel 2024?

Qual è l’errore comune che facciamo tutti?

“L'idea meno buona è il Sauternes con foie gras all'inizio del pasto. Cosa c'è di peggio di un vino dolce che inzuppa il palato di zucchero all'inizio del pasto! Orrore! Meglio preferire i vini bianchi secchi e grassi – bellissimo Chardonnay di Borgogna o Viognier… L'abbinamento sarà insoddisfacente.” Il solito è un vecchio vino di Bordeaux. Un Pomerol o un Saint-Emilion che abbiamo in cantina da molto tempo… dall'inizio degli anni '80, per esempio! Il vino avrà perso i tannini e l'acidità giovanili, ma svilupperà note di funghi, arbusti e humus… “

Domanda sul vino: perché ci sono questi codici QR sulle etichette delle bottiglie di vino? Il nostro specialista ha risposto

Che ne dici di una cena a base di champagne?

“Non piace a tutti. Io lo adoro! Attenzione però al budget. Attenzione però a servire lo Champagne dalla dose più bassa a quella più dolce: Extra Brut come aperitivo, Brut come aperitivo, Brut o Vermouth Special come secondo piatto e Demi-Sec come dessert.”

Che vino bere con un tronchetto?

“Dovremmo aggiungere prima del vino extra? Ma se si tratta di un tronchetto congelato, è meglio scegliere un flute a bolle. Se è un pezzo di pasta frolla (crema o cioccolato), scegliamo Muscat de Rivesaltes o Porto.”