Marzo 3, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

In Italia sono due specialità a contendersi il primo posto sulla tavola delle feste

In Italia sono due specialità a contendersi il primo posto sulla tavola delle feste

“Il pane di Tony”

“Ogni anno prima di Natale, tra novembre e dicembre, prepariamo più di duemilacinquecento chili di pasta per panettoni”. Lo spiega Lorenzo Panzera. “Nella mia famiglia produciamo panettoni artigianali da generazioni. Ho ancora il ricettario di mio nonno e usiamo ancora la sua impastatrice. Continua a esporre un vecchio ricettario. Sul tavolo di metallo, cinquanta chilogrammi di pasta dorata ripiena di uvetta e arance candite verranno tagliati in pani da un chilo, poi riposti nel caratteristico stampo per panettoni di carta. “La leggenda narra che Toni, pasticcere di Ludovic Le Mure, inventò questo pane ricco di zucchero e canditi nel 1495. Lorenzo Panzera spiega, Da qui il nome Tony's bread, panettone a Milano. Lo facciamo solo a Natale, ma il panettone classico è chiaramente il dolce preferito dagli italiani!

Ore di volo, una notte appesi a testa in giù dopo aver cucinato, fare il panettone artigianale richiede due giorni di lavoro, e nonostante le sue origini siano veramente milanesi, oggi viene prodotto in tutta Italia.

Qual è il peggior prodotto natalizio?

“Se il dolore è d’oro”

A Buffoloni, a venti chilometri da Verona, le impastatrici della famiglia Perbellini lavorano giorno e notte. Il pandoro è prodotto qui da oltre un secolo. “Mio nonno era uno dei pasticceri della Melegatti, l'azienda che brevettò il Pandoro centocinquanta anni fa. Ha spiegato Andrea Perbellini. “Il pandoro è più difficile da fare del panettone. Pierluigi, capo pasticcere dell'azienda di famiglia, afferma: Perché il panettone dopo la cottura lo giri e mantiene la sua rotondità. Il pandoro nello stampo dovrà gonfiarsi e quando si raffredderà, se lo sformare in modo errato si sgonfierà come un palloncino sgonfio. È come il french toast, da qui il nome Pandoro! La torta ricoperta da un sottile strato di zucchero ricorda una stella di Natale. A Verona, nella città di Romeo e Giulietta, non ci arrendiamo, il Pandoro è il re delle feste sulla tavola italiana!

READ  Un'altra versione della morte di Patrice Lumumba

Scegliere il vino giusto per le feste con il sommelier Cedric Thomas (video)

Dolce rivalità e grandi affari

Sondaggi molto seri condotti su questa dolce rivalità indicano che il novantacinque per cento degli italiani mangia almeno uno dei due durante le feste. Se il Panettone vince per pochi punti il ​​Derby di Natale, il Panduro è apprezzato soprattutto da giovani e bambini. “Il panettone ora è disponibile in molte forme, con pistacchi e castagne candite, ma il panettone classico rimane il preferito. Lo dice Diego Crosara, capo pasticcere diMarchese 1824”. In questa raffinata pasticceria milanese, assorbita dal Gruppo Prada, pandoro e panettoni vengono decorati a mano. “Quest'anno abbiamo scelto il tema del globo di neve e tutto commestibile.

IOCattivo, CIl prezzo di ogni torta varia dai trecento ai cinquecento euro e viene preparato solo su ordinazione. Un mercato di nicchia come quello dell'alta moda, ben lontano dai milioni di scatole rotonde o stellate che si accumulano nei supermercati italiani, al prezzo di circa cinque euro l'una. L'anno scorso sono state vendute nel periodo natalizio più di settantatremila tonnellate di pandori e panettoni. Il mercato dei due re del Natale rappresenta un fatturato di oltre settecento milioni di euro, esportazioni incluse. Tifosi nel cuore, gli azzurri partecipano a questo bellissimo derby di Natale. Squadra Panettone o Squadra Pandoro: A Capodanno i due schieramenti condividono il campo ma alla fine la partita finisce sempre con la spartizione della torta!