Settembre 28, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché abbiamo paura del cambiamento?

Quando il cambiamento è significativo, una politica di piccoli passi, consistente in un seguito graduale, può aiutare a disfare il dramma. Pinel

psicologia La routine è tanto comoda quanto utile. Ma la minima rottura delle nostre abitudini non deve trasformarsi in sfortuna…

Sia nella vita privata che in quella professionale, tutti noi subiamo cambiamenti, piccoli o grandi, a volte scelti, a volte forzati. Quindi i cambiamenti non sono nuovi… Tuttavia, poche persone possono vantarsi di incontrarli senza alcun accennopreoccupazione. Questo si spiega: per il cervello qualsiasi cambiamento è sinonimo di nuove decisioni da prendere, che hanno un costo in termini di tempo ed energie. “Il cervello non è pigro ma frugale e il cambiamento richiede un vero sforzo cognitivo. Poiché lo sforzo per il cervello porta a una diminuzione della sua capacità di prestare attenzione e quindi all’esposizione al pericolo, alla paura e allo stress, limita questo processo e cerca di rimanere nella sua zona di comfort che è la zona delle abitudini”.spiega Ann-Laurie Novion, MD, biologa, formatrice in neuroscienze e consulente scientifico per il comportamento umano all’interno della Città della Trasformazione Ambientale (UTE).

routine In realtà non richiede alcuno sforzo cognitivo – niente…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Ti resta il 79% per scoprirlo.

Respingere i limiti della scienza è anche libertà.

Continua a leggere il tuo articolo a € 0,99 per il primo mese

Sei già iscritto?
registrazione

READ  Que faire quand bébé cyanose ?