Agosto 12, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ospiti capritoniani alla festa di compleanno di Pierre-Jean Chalenson… (Foto)


Non c’era niente di segreto quella sera! Venerdì scorso, in occasione del suo 52esimo compleanno, Pierre-Jean Chanlenson, su consiglio di Franck Clerico (del Lido), ha organizzato il suo primo cabaret al Parisian Hall of Oh! Cesare. “Parigi è desolata dai tempi del Covid. Non ci sono più grandi feste”, ha detto il cerimoniere… che aveva ragione! La locandina del suo spettacolo – in cui stava con le natiche per aria davanti a un sipario rosso – ha suscitato la curiosità di tutta Parigi. 150 biglietti (al prezzo di 100 euro) sono andati alla sua tavola calda come torte calde … E l’artista generale si è rallegrato del successo di questo “primo”: “Era aperto a tutti e non ho invitato nessuno. Tutti, anche i politici e il popolo pagavano il loro posto, fatta eccezione per i miei amici Julian Cohen, Charles Dumont e mia madre che erano i miei ospiti speciali.

Dott

Tra i personaggi che hanno voluto trascorrere una serata come ai bei tempi da Ala Micho – amico di Pierre Jean e modello – c’erano alcuni sorprendenti festaioli. E così ho visto l’arrivo di Frigid Bargot, Aveda Turner, Tex, l’attore Thierry Samitier (“My Dear Neighbors”), il giornalista Michel Chevallet, l’attrice Katia Chenko, il cantante e compositore Richard Sanderson (che ha composto le prime canzoni del Master of Ceremonies ), ex ministro (sotto Chirac) Michel Alliot-Marie, Florian Philippot o anche … Jean-Marie Le Pen. »

READ  En larmes, Nabilla Benattia se confie sur sa deuxième grossesse: "C'est quelque ha scelto que j'ai beaucoup caché parce que j'ai honte"

“Voleva vedere il mio culo!”

E Pierre-Jean Chalenson, che ricorda bene il vento di polemica che aveva colpito una sua foto con Dieudonné tre anni prima in occasione del compleanno dell’ex leader del Fronte Nazionale, è stata la prima sorpresa, dice, «a vedere Jean-Marie Le Pen, che è venuto con la moglie, aveva prenotato un tavolo Mi ha detto che è venuto a vedere le mie chiappe! Ride. Ma l’artista generale, che vuole essere “unito, lontano da ogni etichetta politica”, non ha fatto un ancora confusione. “Non ho ancora osato mostrare le spalle sul palco! Avevo invitato una persona trans, a fare il suo numero di Celine Dion, e ho cantato le mie canzoni, inclusa l’ultima “Le Chalenslow”, circondata da quattro ballerini e due ballerini. Inoltre, mi esibirò in futuro con Chalançonettes! “.

Pierre-Jean Chalenson è lieto di “rilanciare la festa a Parigi, una festa che unisce una grande diversità sociale. Inoltre, abbiamo bisogno di più persone come me!”. Avverte che questo è solo l’inizio e anticipa ogni polemica: “Sì, c’erano dei politici presenti in una discoteca, ma queste sono in fondo persone che non hanno più un mandato. E poi possiamo ancora fare festa con chi vogliamo, no?”