Maggio 21, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Morte ambasciatore italiano in Repubblica Democratica del Congo: arrestati due colpevoli

La polizia della Repubblica Democratica del Congo (RDC) ha annunciato martedì di aver arrestato i presunti autori dell’assassinio, il 22 febbraio 2021, dell’ambasciatore italiano Luca Attanacio nell’est del Paese.

Governatore, le presento tre gruppi di criminali che hanno perso la città di Coma. In esso, il gruppo che ha attaccato il convoglio dell’ambasciatore“Dall’Italia, ha detto Capo della polizia della provincia del Nord KivuLe Il generale Abba Wan Aung, Durante una cerimonia nella sua capitale, Coma, sono stati filmati alcuni giornalisti.

Secondo lui, la persona sospettata di aver sparato all’ambasciatore ha risposto al nome di “maestro” ed è “scappata”. Quando “Aspirante“Colpo dell’ambasciatore”Erano molto dispiaciuti“Perché gli autori hanno rapito il diplomatico e hanno chiesto 1 milione di dollari per liberarlo”, ha detto.

Altri rapimenti

Secondo lui, anche il gruppo di questi uomini – quelli arrestati in circostanze che non ha menzionato sono responsabili Rapimenti recenti nella regione, compresi membri di organizzazioni umanitarie.

Gli altri due “GruppiQuelli presentati al governatore sono stati accusati dalla polizia di essere coinvolti in vari omicidi e attacchi efferati.

Oggi chiedo giustizia: questi criminali devono essere puniti per tutto ciò che hanno fatto al popoloHa detto il governatore militare del Nord Kivu.

Ambasciatore d’Italia presso la Repubblica Democratica del Congo, Luca Attanacio, 43 Il 22 febbraio 2021 il convoglio del Programma Alimentare Mondiale (WFP) su cui viaggiava è stato ucciso a colpi di arma da fuoco, mentre era in agguato vicino al Parco Nazionale di Virunga, a nord di Coma.

Un’indagine aperta

Sono stati uccisi anche la sua guardia del corpo italiana, il fuciliere Vittorio Igovacchi, e Mustafa Milambo, un pilota congolese della PAM.

READ  Un tabaccaio italiano ruba un gratta e vinci da 500.000 euro

A giugno il Un giudice italiano ha avviato un’indagine su un funzionario congolese Secondo i media italiani, durante il viaggio il PAM ha rispettato le misure di sicurezza.