Maggio 16, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ferrovia: l’italiana Tello chiude le sue due rotte dalla Francia

Prima di lanciare finalmente i suoi TGV “Frecciarossa”. Parigi-Milan ha colpito il mercato , Tello pulisce prima le sue linee su rotte regolari tra i due paesi. La controllata della compagnia ferroviaria pubblica italiana Trinidadia ha annunciato la chiusura venerdìC’è A luglio ha operato su due rotte in Francia: il treno notturno Parigi-Milano-Venezia e il collegamento Marsiglia-Nizza-Milano, già tagliato fuori da gran parte del suo territorio francese.

Tello invia un messaggio sottile e criptico ai pianificatori di comete sul tumultuoso ritorno dei treni notturni tra le città europee: “Buona fortuna, miei cari! Questa notte il treno per Venezia-Santa Lucia, sospeso dall’inizio dell’emergenza sanitaria il 10 marzo 2020, non verrà riaperto, anche con le entrate previste dai viaggi intereuropei.

Difficoltà a bilanciare il treno notturno

Questo “antico” treno serviva diverse città del nord Italia prima di raggiungere i capoluoghi di Venito, Milano, Prussia, Verona, Vicenza e Padova. L’operatore Tello è stato sviluppato nel 2010 dalla francese Veolia Transport (poi Transdev) e Trenitalia, che ha catturato l’ex treno notturno Artesia. Allora Tronstave volle salire sul carro, Nel 2016 ha lasciato le sue azioni a Trenitalia. Nel frattempo, i due partner hanno subito diverse battute d’arresto su un altro treno notturno, Parigi-Roma, che è stato bruscamente interrotto nel 2012 a causa di un’organizzazione senza scopo di lucro.

Per la circolazione diurna sulla direttrice Marsiglia-Nizza-Milano sono parcheggiate stabilmente al numero “1.C’è luglio 2021”, secondo l’azienda, si riferisce al servizio post vendita per l’elaborazione dei reclami dei clienti. Dal 2014 Tello gestisce questa rotta in teoria con tre treni al giorno, ma a causa della baia la tariffa è stata ridotta, un tour giornaliero Nizza-Milano, quindi Marsiglia-Saint-Charles è stata abbandonata e il servizio per Esterel.

READ  Civo Verona è ufficialmente scomparso dal mondo del calcio italiano

Questo doppio stop non significa che l’operatore abbandonerà la Francia: “Tello è pronto ad affrontare nuovi progetti e nuove sfide in Francia”, ha detto a Cibline sul suo sito. Di fatto, Il suo piano non datato è diventato un segreto di Pulcinella : In campo SNCF tutti scommettono già sull’introduzione dei TGV italiani a partire dalla seconda metà del 2021 nel rapporto Parigi-Lione-Milano. C’è la possibilità di vendere biglietti nazionali a Parigi-Lione. Trinidadia ha anche notato in ottobre che era “in fase di transizione”.

Test TGV sulla rete francese

A tale scopo, l’operatore italiano ha testato lo scorso anno due convogli ETR 1.000 sulla rete francese. I treni espressi sono stati ordinati da AnsaldoBreda e Bombardier , soprannominato “Frecciarossa” o “Zefiro V300” in Italia, e capace di velocità fino a 300 km/h. Alla campagna hanno preso parte la Rail Testing Company (o Eurailtest), SNCF e altri attori del settore, inclusi i produttori di treni. Con l’acquisizione delle nuove apparecchiature ETR 1000 ad alta velocità da parte delle Ferrovie Italiane a metà 2015, era già prevista l’opzione del servizio transfrontaliero con la Francia, a scapito di piccole modifiche ai pontografi.