Cava de' Tirreni Cultura e Spettacolo EVIDENZA PARTNER

Associazione Macass: “A un anno dal Covid non ci siamo mai fermati”

Le piccole Associazioni del territorio non si sono mai arrese alla pandemia. La giovanissima Macass di Cava de’ Tirreni, ne è un esempio

Inizialmente non credevamo di poter portare avanti il progetto MAC fest in un contesto avverso come quello che ha ci travolto lo scorso anno – dichiara il Presidente della Macass Francesco OresteQuasi contestualmente, però, è arrivata anche la reazione dei ragazzi dell’associazione.”

Infatti in piena pandemia l’Associazione ha portato a compimento l’edizione zero del progetto editoriale “Macchiato”. Una rivista che ha dato voce a penne esordienti e non, con l’obiettivo di raccontare e porre l’accento su tematiche legate alla Generazione Z. Una generazione bistrattata e che forse dà importanza all’arte e alla cultura più degli adulti. “Macchiato è un magazine culturale che è partito dal basso ed è in continua evoluzione.” ha commentato il Presidente.

“Durante il primo lockdown abbiamo sostenuto la raccolta fondi #CavaYOUAll

“È stata un’iniziativa che ci ha permesso insieme ai nostri partner, Medaarch, Legambiente e Tremil srl, di donare 400 visiere ad operatori sanitari, farmacisti, all’ospedale di Cava e alla Croce Rossa Italiana. La città ha risposto al nostro appello e non si è tirata indietro”.

Inoltre anche l’edizione 2020 del MAC fest è andata in scena, con tutte le difficoltà e gli ostacoli causati dal pandemia.

Avevamo progettato un festival ambizioso e abbiamo dovuto rimodulare l’offerta in breve tempo – commenta il Presidente-. Tuttavia, possiamo dirci soddisfatti di aver organizzato l’edizione 2020. È stato un successo il semplice fatto di esserci riusciti con scarse risorse e poco tempo. Nell’edizione 2020 tra l’altro, il team del MAC fest ha sviluppato il nuovo format del video contest “La 48H” e dedicato ampio spazio a laboratori e masterclass“.

MAC fest 2021 work in progress?

Siamo già a lavoro per l’edizione 2021. Quest’anno la parola d’ordine sarà co-progettare: abbiamo attivato e messo in rete le realtà più ambiziose e virtuose del territorio e abbiamo deciso di pensare insieme il format della prossima edizione – e precisa – gli eventi che stiamo organizzando in presenza saranno prima di tutto sicuri sia per la salute individuale che collettiva.

E conclude: “Perché la Macass non si è mai fermata e non si fermerà“.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi