Febbraio 26, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ma cosa c’è che non va nel Manchester United?

Ma cosa c’è che non va nel Manchester United?

Con loro è tutto o niente. Partite disastrose, errori difensivi immeritati e sconfitte che si potevano evitare del tutto. Poi prestazioni brillanti e vittorie prestigiose, che hanno valso anche il titolo di allenatore e giocatore del mese di novembre per Erik ten Hag e Harry Maguire.

In tanti hanno sorriso quando hanno scoperto questa notizia, subito dopo la sconfitta contro il Newcastle (1-0) e contro il Bournemouth (0-3). L’intoppo con la tempistica della presentazione della coppa in mezzo alla rinnovata delusione di dicembre è perfettamente emblematico degli attuali problemi dello United.

“Siamo incoerenti come squadraammette il centrocampista Scott McTominay. Ne abbiamo parlato con lo staff tecnico. Il programma è stato duro, ma non possiamo usarlo come scusa. “Come gruppo, dobbiamo unirci e trovare le risposte”.

Risposte a quali problemi? Poca forza fisica (non hanno aiutato le assenze di Casemiro, Eriksen o Mount); Un po’ di tecnologia; Ma soprattutto molto psicologico. “Quando giochi contro squadre come il Bournemouth, che sono molto aggressive, che ti pressano e pensi che sarà facile, perdi.Il capitano Bruno Fernandes ha criticato. Ci manca costanza e questo è qualcosa di molto importante nel calcio. “Dobbiamo essere in grado di andare avanti e non possiamo farlo”.

Nawras

“Possiamo battere chiunque.”

Poi inevitabilmente sorge la questione della responsabilità dell’allenatore. In Inghilterra cominciò a diffondersi l’ipotesi della segregazione. “Qualcuno ha vinto il premio Manager del mese e ha perso il lavoro nella stessa settimana?Gary Lineker ha scherzato su X.Ma tutti stanno completamente dalla parte dell’allenatore”.McTominay ha confermato.

“L’allenatore del Manchester United ha perso il 50% del suo spogliatoio”: i giornalisti parlano del club e vengono interdetti alle conferenze stampa

READ  Kevin De Bruyne è tornato in panchina, mentre Burnley e Kompany sono scesi sul filo

Nelle ultime settimane, però, lo spogliatoio è andato vicino al collasso. In particolare, i casi di Sancho (sospeso) e Anthony (sospeso e reintegrato) e le principali malefatte di dirigenti come Rashford, Martial o Hoglund. “Abbiamo grandi personalità nello spogliatoio. “Forse in passato le cose erano tossiche con altri allenatori, ma ora non è più così”.McTominay insiste.

Erik Ten Hag può solo sperare che la sua squadra possa vivere un momento forte martedì sera contro il Bayern. Per qualificarsi al turno successivo deve vincere, ma spera anche in una divisione tra Copenaghen e Galatasaray. ““Siamo in grado di battere qualsiasi concorrente quando siamo al meglio”.motiva l’allenatore olandese, che stasera potrebbe svolgere il suo ruolo.