Giugno 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lo sciopero continua in almeno 40 negozi Carrefour

Proprio come venerdì, sabato più di 40 dei 50 negozi Carrefour Mestdagh integrati del marchio a Bruxelles e in Vallonia erano ancora in sciopero, ha indicato a mezzogiorno Evelyn Zeppos, segretaria permanente del CNE. I negozi in concessione (una trentina) non si preoccupano dello sciopero. L’ufficio di conciliazione si riunirà nel pomeriggio di martedì 23 novembre.

Lo sciopero è stato guidato da un fronte sindacale congiunto (CNE e Setca). I movimenti sociali avevano già permeato i negozi del gruppo questa settimana, in particolare nelle regioni di Liegi e Verviers. Il punto più importante nella rabbia dei lavoratori è il burnout.

Il personale è determinato e vuole più risorse

Per CNE, il problema è che gli operatori storici ricorrono frequentemente a contratti precari, come lavoro temporaneo e lavori per studenti, con conseguente aumento del carico di lavoro per i dipendenti assegnati per periodi più lunghi. Altre aree di insoddisfazione includono anche l’organizzazione del lavoro e la formazione dei dipendenti. Il Fronte comune critica anche l’amministrazione per non aver anticipato la stagione delle vacanze tradizionalmente impegnativa.

“I dipendenti sono determinati e vogliono più risorse, meno rischi, corretta organizzazione del lavoro, vera formazione, ecc.”Evelyn Zappos conferma. L’ufficio di conciliazione si terrà martedì pomeriggio. “Promette quindi stress perché i dipendenti sono in attesa di soluzioni reali, urgenti, professionali e strutturali a tutti gli effetti, precedentemente richieste in numerose occasioni in tutti gli organi consultivi della società” avverte il rappresentante dell’Unione Cristiana.

READ  Tutto quello che devi sapere sui pagamenti con carta di credito all'estero