Ottobre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Live: La regina Elisabetta inizia il suo ultimo viaggio: i dettagli delle prossime ore | La morte della regina Elisabetta II

ModernizzazioneLa regina Elisabetta II, nata il 21 aprile 1926, è morta “pacificamente” giovedì pomeriggio nel castello di Balmoral, in Scozia, all’età di 96 anni, ha annunciato Buckingham Palace giovedì sera intorno alle 19:30. La persona che salì al trono del Regno Unito – e allo stesso tempo del Commonwealth – il 6 febbraio 1952 dopo la morte di suo padre, Giorgio VI, era fino ad oggi il monarca più anziano in carica. Suo figlio Carlo è stato ufficialmente dichiarato re sabato mattina. Questa domenica, la bara di Elisabetta II, morta giovedì nella sua residenza scozzese a Balmoral, sarà trasportata domenica attraverso la Scozia per raggiungere Edimburgo, dove il pubblico potrà rendere il primo omaggio alla regina.



La regina Elisabetta II, la monarca più famosa del mondo, è morta giovedì all’età di 96 anni nella sua residenza scozzese a Balmoral, aprendo un’era incerta per la corona britannica a cui ha dedicato la sua vita.

La scomparsa del re, la cui salute è peggiorata da un anno, susciterà sicuramente enormi emozioni nel Regno Unito e in tutto il mondo. Suo figlio ed erede salì al trono all’età di 73 anni come Carlo III. “La regina è morta pacificamente a Balmoral questo pomeriggio. Buckingham Palace ha dichiarato in una breve dichiarazione che il re e la regina rimarranno a Balmoral stasera (giovedì) e torneranno a Londra domani (venerdì).”

READ  Perché la giustizia americana si oppone alla pubblicazione delle ragioni della ricerca su Trump?

Simbolo di stabilità, avendo attraversato incessantemente epoche e crisi, si sfregò le spalle, dalla morte del padre Giorgio VI nel 1952, quando aveva solo venticinque anni, con Nehru, Charles de Gaulle e Mandela che la chiamavano “amica mia “. Durante il suo regno, ha assistito alla costruzione del muro di Berlino e poi alla sua caduta, e ha incontrato 12 presidenti degli Stati Uniti. Martedì aveva appena nominato il suo 15° Primo Ministro, Liz Truss, per celebrare un recente servizio fotografico, traballante e appoggiata a un bastone.

Durante i suoi 70 anni di regno, il più lungo nella storia della Gran Bretagna, ha interpretato il suo ruolo con un incrollabile senso del dovere. È riuscita, durante le crisi del suo regno e dei suoi monarchi, a mantenere il formidabile sostegno degli inglesi, accorsi in decine di migliaia a vederla per qualche minuto sul balcone di Buckingham Palace lo scorso giugno per il suo giubileo di platino, il festeggiamenti dei 70 anni del suo governo sulle note dell’addio.