Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Litigando per la mancanza di spazio e privacy in casa, i genitori hanno messo a dormire il neonato nella casetta del giardino: il bambino è morto…

È un dramma senza nome ambientato in una casa a Liverpool, in Inghilterra. I genitori di un bambino di due mesi litigavano perché la loro casa era sovraffollata e sentivano una “mancanza di privacy”. Hanno preso la decisione di mettere a dormire il neonato nella tettoia sotto il giardino.

Qui è avvenuto il dramma, se il bambino si è addormentato, la cesta su cui è stato adagiato e capovolto. Il bambino, che soffriva di mancanza di ossigeno, non è sopravvissuto.




di video

Lo specchio, presente in udienza, dà maggiori informazioni: i fatti si sono svolti durante il primo parto. Condannata a vivere in casa, la famiglia non trovava altra soluzione per mancanza di spazio in casa e mancanza di sonno che far dormire il bambino nella capanna del giardino. “In fretta o incautamente, la madre e/o il padre hanno messo il cesto in una scatola inadatta e non sicura nel capannone”, ha detto il giudice.

“La navicella si è ribaltata e il bambino è finito in una posizione anomala e insolita. Questo gli ha danneggiato la respirazione e lo ha portato alla morte per soffocamento”.

I genitori hanno negato i fatti. Secondo il giudice, “hanno inventato un falso resoconto delle circostanze della morte del bambino”. In effetti, hanno annunciato che la morte improvvisa del loro bambino era.

La sentenza non è stata ancora emessa.

READ  Paris Jackson condivide rari dettagli su suo padre Michael