Febbraio 2, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Jean-Pierre El Capbach suscita inquietudine nella collezione “Daily” evocando il caso PPDA (VIDEO)

“Questo rapporto con il femminismo è stato segnato fin dalla mia infanzia […] Credo che il passato illumini il presente e allo stesso tempo annunci il futuro. È così che il passato ha spiegato cosa sarebbe successo e cosa è successo con il movimento #Metoo, e allo stesso tempo i diritti delle donne “, ha esordito Jean-Pierre El Capbach, prima di riflettere sull’evocazione dell’editorialista Maïa Mazurette, prima ancora, nel caso di Patrick Poivre d’Arvor, accusato di molestie sessuali e stupro da parte di molte donne.

Questo è anche il comportamento di alcune giovani donne.

“Non lo spingerei ulteriormente nel tragico destino che si era fatto, ma quando gli ho sparato, […] Patrick Boever allora non era il Darfur. “Quando sono passati 20 anni in TF1, ciò che abbiamo visto è diventato gradualmente una cosa”, ha detto il giornalista. Secondo lui, “è il potere e l’atmosfera”, che ha cambiato il PPDA. “È prima di tutto il suo stato d’animo, e in secondo luogo lo è anche il comportamento di alcune delle ragazze che vengono a cercarle come cantanti e simili. Ma potrebbe aver esagerato e esagerato”, ha continuato Elkabbach, portando a un silenzio imbarazzante nel gruppo.

Allora Maya Mazuret gli fece notare che le sue parole lo avevano scioccato. Il giornalista ha risposto: «Non ho detto che è stata colpa delle vittime», ma non si può negare che quando qualcuno ha il potere, politici o artisti compresi, c’è un movimento che gli gira intorno. Spetta a loro non farlo. Provocazione, resa o attacco”. Jean-Pierre El Capbach ha spiegato che “le vittime devono esprimersi, e fortunatamente lo fanno. Non deve mancare nulla”.

READ  Risultati della WWE Royal Rumble 2022

Tuttavia, le sue dichiarazioni sono state ampiamente criticate sui social media. “Grande fastidio. Grazie Maïa Mazurette per la sua reazione”, “Signor Elkabbach, a causa di lettere come la sua, molte vittime oggi non sono prese sul serio o preferiscono il silenzio. Vomito”, “Atrocità”, “Signor Elkabbach, sappia che il suo amico Poivre D’arvor è indifendibile’, si legge tra gli altri su Twitter.