Novembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le cellule umane sono state trapiantate nel cervello dei topi

Tuttavia, questo esperimento solleva profonde questioni etiche. Ci sono ovviamente questioni etiche in merito sofferenza animale capacità di ricerca. Ma ci sono anche tutti quelli che sorgono da questa domanda: un topo in cui un sesto delle cellule cerebrali sono cellule umane è ancora un topo? È topo al 100%? È un po’ umano? ?

Questa è la domanda Jessica HamziloE il Nel revisione tecnologica sei con. Stimato: “Per gli scienziati che hanno condotto lo studio (tra cui Sergio Basca), questi topi non sono umani Funziona per comprendere meglio il cervello umanoe malattie del cervello umano. Non è un richiamo per topi, in un certo senso. Non ha un comportamento umano..

Tuttavia, se guardiamo oltre: da quale proporzione di cellule umane nel cervello cambierà il comportamento dell’animale? Da quando, allora, possiamo stimare che un animale cambia una specie?

Per un mouse, questo ci sembra relativamente inverosimile. Ma per la scimmia che in realtà ha un cervello simile a un umano, che è un primate umanoide, è umano?

Jessica Hamzilo continuo: “C’è un consenso sull’idea che ciò che gli esseri umani hanno a che fare con il loro cervello. È più grande e più complesso del cervello di altri animali. È il nostro cervello che ci permette di pensare, sentire, sognare e giustificare… Roditori con le cellule cerebrali umane soffrono anche di questo?

Toccare il cervello, vicino o lontano, attacca ancora ciò che rende l’umanità.
E forse non sorprende che questo esperimento abbia avuto luogo alla Stanford University, in questo grande bagno dove transumanesimo È – per molti scienziati e leader tecnologici – una filosofia e un obiettivo da raggiungere. La trasformazione del cervello, del vivente è filosoficamente accettabile, addirittura auspicabile.

READ  Barometro Corona in azione da venerdì: ecco cosa cambierà